Il 5°Clone



Dei Giganti delle Nuvole delle Flanaess: Storia, Cultura e Nazione

"Un gigante delle nuvole malvagio è l'unico essere che può massacrare brutalmente una dozzina di uomini, e quindi ascoltare l'esecuzione di una romantica ballata per arpa mentre li cucina per cena. Un gigante delle nuvole buono è l'unico essere che può dipingere un meraviglioso quadro tridimensionale del sole che sorge sopra una valle montuosa immacolata, e quindi mettersi in marcia per muovere guerra ai giganti delle colline che vivono nelle vicinanze, il tutto nello stesso giorno.”
—L'arcimago Mordenkainen, patrono del Circolo degli Otto.

Usi e costumi sociali
I giganti delle nuvole in media sono alti circa 5,4 metri, con il colore della pelle che spazia dal blu tenue al blu chiaro, i capelli che vanno dal bianco argento al dorato chiaro, e con denti color bianco avorio. Hanno volti ampi, con grandi nasi, zigomi alti e arrotondati, mascelle corte, e con voci che tipicamente sono profonde e piene, ma che possono divenire feroci ed aspre quando sono in collera. I giganti delle nuvole indossano generalmente vesti ed abiti larghi, e quasi mai vengono trovati sprovvisti di un qualche tipo di gioiello o ninnolo, che indossano in qualsiasi situazione, persino in combattimento. Sono in grado di utilizzare le armature e le impiegano in combattimento, generalmente indossano quelle di scaglie o di maglia riccamente decorate con metalli e pietre preziose quando sono in grado di ottenerle. Più l'armatura e gli abiti sono riccamente decorati, più importante è la posizione sociale del gigante.
I giganti delle nuvole abitano praticamente ovunque salvo che negli ambienti estremamente freddi. I territori che preferiscono sono le colline e le montagne, essendo le cose più vicine alle nuvole a loro così care. Molti dei giganti delle nuvole costruiscono i propri castelli con terra e pietra, sebbene alcuni di loro abbiano la capacità di abitare su mistiche isole nuvola, realizzando i loro castelli direttamente con la materia della nuvola stessa. Queste abitazioni solitamente sono piene di mobili e altri oggetti fabbricati dai giganti stessi, o fatti su misura ottenuti commerciando con umani intraprendenti. Il regime alimentare di un gigante delle nuvole è onnivoro, generalmente supportato da mandrie numerose e orti che curano gli stessi giganti, sebbene alcuni giganti delle nuvole commercino o attacchino le razze più piccole per ottenere grano, frutta, e altri generi alimentari che non sarebbero in grado di ottenere da soli. A meno che non saccheggino o attacchino attivamente altri esseri viventi, i giganti delle nuvole di solito disprezzano la caccia, preferendo le carni più tenere e succulente che ottengono dagli animali che allevano.
La società dei giganti delle nuvole può risultare piuttosto peculiare per gli standard umani, ancor di più se si pensa al fatto che la razza è nettamente divisa tra buoni e malvagi, e che sembra mischiare tratti presi in prestito da altre razze di giganti. Tutti i giganti delle nuvole hanno una predilezione per la musica, la bellezza e la cultura, proprio come i giganti delle tempeste e delle pietre, e i musicisti, gli artigiani e gli artisti di talento vengono ammirati dalla loro stirpe. Tuttavia, i giganti delle nuvole traggono diletto anche dal combattimento e dal brivido della battaglia, ed impugnano i loro martelli e randelli con lo stesso spaventoso zelo, divenendo più simili ai giganti delle colline, del gelo o del fuoco in simili frangenti. Questi tratti sono presenti in tutti i giganti delle nuvole in un modo o nell'altro, e non sono ristretti esclusivamente all’allineamento. I giganti delle nuvole malvagi possono apprezzare i poemi epici, e la bellezza di un pendente finemente lavorato, e i giganti buoni possono provar piacere nell'opportunità di ingaggiare battaglia coi loro nemici. Alcuni giganti seguono più fedelmente un insieme di virtù piuttosto che un altro, ma quasi sempre fanno spaziano tra di esse.
Come per le altre razze di giganti, il comando in una tribù di giganti delle nuvole è generalmente basato sulle capacità marziali. Il guerriero più esperto della tribù viene riconosciuto come capo, e gli altri giganti sono vincolati dall'onore a seguire le sue decisioni. Diversamente dalle altre razze di giganti, tuttavia, i giganti delle nuvole non sono inclini alla violenza o alla brutalità per risolvere le dispute per il comando. Poiché solitamente sono riluttanti a sprecare reciprocamente le loro vite in lotte intestine, i giganti delle nuvole tipicamente risolvono tali dispute lottando gli uni contro gli altri, compiendo dimostrazioni di forza, o altre forme di competizioni non letali. Anche in questo caso, comunque, la posizione di comando di un gigante delle nuvole dipende dalla sua capacità di mantenere il rispetto dei propri seguaci. Se questi dovessero decidere di abbandonarlo, non dovrebbero fare altro che rifiutarsi di obbedire ai suoi ordini, e il gigante colpevole dovrebbe rispettare i desideri della comunità o rischiare di essere espulso dalla tribù.
Diversamente da molte altre razze di giganti, i giganti delle nuvole sono egualitari, e le donne hanno la stessa probabilità di assurgere ad una posizione di comando che ha un uomo. I giganti delle nuvole femmina sono rinomati per la loro capacità di prendere le redini del comando in tempi di crisi e per competere con gli uomini nelle competizioni di forza, e non c'è nessun infamia tra i giganti delle nuvole nell'essere battuti da una donna, in contrasto con l'umiliazione che i giganti del fuoco, del gelo o delle colline maschi subiscono dall'essere sconfitti da una donna in combattimento. Mancando la cultura patriarcale delle razze dei giganti malvagi, i giganti delle nuvole si sposano più frequentemente per amore che per migliorare posizione o status, un tratto che è praticamente unico tra le razze di giganti.
Come i giganti delle nuvole vengono visti dalle altre razze varia a seconda del loro allineamento. I giganti delle nuvole malvagi solitamente vanno estremamente d'accordo con i giganti del fuoco, del gelo e delle colline, e vengono speso trattati come alleati fidati ed ospiti onorevoli, se non come veri e propri superiori, quando si trovano tra di essi. Questi giganti considerano gli ettin e gli orchi come dei servitori stupidi ma leali, mentre disprezzano i verbeeg in quanto miserabili e deboli. I giganti della nebbia malvagi sono visti come dei parenti stretti e trattati come dei cugini, mentre i firbolg, i formorian e i giganti delle tempeste sono ferocemente odiati, al pari di gnomi e nani. I giganti delle pietre vengono visti come alleati o nemici a seconda di quanto dettato dalla necessità e dai propri capricci. Gli umani, gli elfi e gli halfling, insieme agli altri umanoidi, sono di solito trattati come creature deboli e indifese, e i giganti delle nuvole malvagi traggono un sadico piacere nel tormentare le razze più piccole. Tuttavia, condurranno dei commerci per ottenere certi generi alimentari e beni fabbricati con arditi mercanti umani di allineamento malvagio, se questi possiedono degli oggetti che desiderano.
I giganti delle nuvole di allineamento buono sono completamente diversi. Queste creature avvertono una stretta affinità con i giganti delle tempeste, i firbolg e in particolar modo coi giganti della nebbia di allineamento buono. Nutrono un odio feroce per i giganti del fuoco, del gelo e delle colline, i formorian, gli ettin, gli orchi e i verbeeg, e sono alleati o nemici dei giganti delle pietre a seconda di quanto dettato dalla necessità. Odiano gli umanoidi, provano una costante diffidenza nei confronti di nani e gnomi, e possono essere indifferenti o fortemente alleati con umani, elfi e halfling. Queste ultime tre razze sono note per aver formato alleanze molto proficue con i giganti delle nuvole buoni, commerciando con loro generi alimentari e beni fabbricati in cambio di ricchezze e/o della protezione. Nonostante gnomi e nani non siano considerati dei nemici, l'ostilità tra queste razze più piccole ed i giganti è troppo radicata perché possa formarsi un'amicizia duratura.

Storia
I giganti delle nuvole spiccano tra le altre razze di giganti per la loro propensione verso la raffinatezza e la violenza, e per la loro netta divisione tra buoni e malvagi. Sono una razza contraddittoria, e sono in grado di adattarsi ad un'ampia varietà di situazioni, a seconda del loro allineamento e dei tratti innati della loro personalità. Diversamente dalle altre razze di giganti, sembrano non possedere un singolo tratto distintivo, ma bensì dimostrano di averne diversi apparentemente in conflitto tra loro.
La razza dei giganti delle nuvole venne plasmata ad immagine del loro creatore, il dio Memnor. Secondo la leggenda, il dio Annam, il più grande degli dei giganti, osservò la nascita degli esseri mortali nel periodo successivo all'imprigionamento del Signore Oscuro, creati dagli dei e lasciati prosperare su tutta Oerth come ricompensa per il loro contributo nell'aver sconfitto i servitori del Terribile Tharizdun. Poiché aveva combattuto valorosamente contro le forze del Signore Oscuro, anche Annam decise che avrebbe creato degli esseri mortali che lo avrebbero adorto e che sarebbero vissuti su Oerth. Strinse un patto con Madre Oerth, che ripagò il suo leale servigio conferendogli lo stesso beneficio offerto agli altri dei creatori.
L'astuto Annam quindi escogitò un piano. Il suo debole per le belle donne lo aveva condotto a generare molti figli, ognuno dei quali chiedeva a gran voce i favori del padre, ed egli temeva che alcuni di loro sarebbero potuti divenire una minaccia per la sua posizione. Per evitare ciò, radunò i suoi figli in una sala ed annunciò che avrebbe indetto una gara per determinare chi di loro fosse l'erede maggiormente degno del suo trono. Mentre i suoi figli ascoltavano bramosi, Annam proclamò che avrebbe condiviso il beneficio conferitogli da Beory con ognuno di essi, permettendo loro di creare razze a propria immagine e somiglianza. Il figlio che avrebbe prodotto la razza più meritevole avrebbe così ottenuto la posizione di Annam.
Come lo scaltro Annam aveva previsto, i suoi figli gareggiarono vigorosamente gli uni contro gli altri, creando molteplici razze che finirono tutte con l'adorarlo in qualche modo, persino quando i suoi figli presto finirono con l'essere più concentrati sul prevalere l'uno sull'altro e sul battersi per la vittoria nella competizione, piuttosto che sul cercare di deporlo. In questo modo, Annam mantenne la sua stretta sul proprio potere come sovrano delle divinità dei giganti.
Uno dei figli di Annam era il dio Memnor, che era noto sia per la sua ferocia in combattimento che per il suo apprezzamento per l’arte, la musica, la letteratura ed il cibo squisiti. Un essere contraddittori, Memnor poteva sembrare crudele e sadico a quegli dèi che lo incrociavano, nonostante rimanesse impeccabilmente fedele al pantheon dei giganti. Malgrado avesse pensato di prendere il posto di Annam, vedendo il padre come incapace di gestire gli intrighi divini del mondo moderno, la sua preoccupazione principale era il benessere delle razze dei giganti e del loro pantheon.
Quando Annam annunciò la gara, Memnor si mosse desideroso di parteciparvi, sperando di prendere il posto del padre e di sfruttarlo per il miglioramento di tutta quanta la razza dei giganti. Disprezzando l'approccio dei propri fratelli, che considerava degli stolti per l'aver semplicemente aderito ad un solo insieme di tratti caratteristici durante le loro creazioni, Memnor credeva che Annam avrebbe approvato maggiormente una razza che avrebbe potuto adattarsi ad una moltitudine di situazioni, e che non fosse monodimensionale come quelle dei propri rivali. Diede ai giganti delle nuvole da lui creati il gusto per l'arte, la musica, la letteratura, il buon cibo ed il vino, insieme ad una passione per la battaglia e ad un forte desiderio di parteciparvi. Unico tra i suoi fratelli, diede inoltre ai giganti delle nuvole la capacità di divenire buoni o malvagi a seconda di ciò che decideva il fato, in modo che alcuni sarebbero stati alleati con altre razze, e altri sarebbero stati i loro nemici. In questo modo, i giganti delle nuvole sarebbero divenuti famosi per il poter essere alleati o nemici di altre razze, anche se avrebbero potuto combattere o allearsi gli uni con gli altri a seconda di ciò che decretava il proprio allineamento. Così avrebbero anche potuto adorare divinità benevole come Pelor e Heironeous, o malvagie come Nerull e Incabulous, che a seconda delle circostanze avevano tutti avuto a che fare con Memnor.
I rapporti di Memnor con i propri fratelli influirono sulle relazioni che intercorrono tra i giganti delle nuvole e le altre razze. Questi si guadagnava il rispetto e la devozione, o l'odio e il disprezzo, dei suoi fratelli a seconda delle proprie azioni. Dato che Memnor è tanto propenso ad aiutarli nei loro affari con gli dèi esterni al pantheon dei giganti, quanto di causar loro problemi quando offende i loro alleati divini non giganti, il resto dei figli di Annam potrebbe essere un alleato o nemico a seconda delle circostanze. Solo Karontor lo odia incessantemente, dal momento che Memnor ha seguito il resto della famiglia nel trattare con crudeltà il deforme sventurato.

Famose Fortezze di Giganti delle Colline:

  • Castello Sterling: Situato sul versante orientale delle Colline Kron a nord di Celene; celebre per l'allineamento malvagio dei propri abitanti; noto perché governa molti dei locali giganti delle colline, del gelo e del fuoco secondo un sistema feudale, con i capi di questi clan che prestano servizio in qualità di vassalli del gigante delle nuvole sovrano; famoso per i suoi ornamenti di argento puro splendidamente scolpiti, che decorano interamente l'esterno di Castello Sterling; noto per aver partecipato alle Guerre Odiose al fianco degli umanoidi, e per le incessanti lotte contro i nani e gli gnomi delle Lortmils; famoso per il modo in cui i lampi si riflettono sugli ornamenti d'argento durante i frequenti temporali che imperversano nell'area; noto per i folli rituali religiosi che i giganti delle nuvole compiono durante questi temporali; governato da Re Ereghoul Lamponero.
  • Il Palazzo Celeste: Situato sulle Montagne Griff a nord di Tenh; celebre per l'allineamento buono dei propri abitanti; famoso per la secolare alleanza con i Tenha, sia di guerra che commerciale; famoso perché i suoi abitanti si uniscono ai Tenha nel corso delle loro elaborate danze e canti per venerare gli dei; noto per le sanguinarie scorrerie all'interno di Stonehold; famoso per essere stato costruito tra alcuni dei più alti picchi della catena montuosa, con le nuvole danzano tra le finestre dei suoi piani superiori; governato da Re Belorn dall'Elmo Dorato.
  • La Casa delle Nuvole dell'Aurora: Situato sulle Montagne Glorioles tra Sunndi e Alhissa; celebre per l'allineamento buono dei propri abitanti; famosa per la splendida poesia epica dei suoi giganti delle nuvole bardi; nota per la musica che i giganti suonano ad ogni alba, che riecheggia nella brezza tutto intorno per chilometri; famosa per le piramidi di cristallo che i giganti delle nuvole hanno realizzato, che imprigionano i raggi del sole nascente e li riflettono secondo uno schema di una bellezza incantevole; nota per la sua duratura alleanza con gli elfi di Bosco Rieu; governato dalla Regina Madicken Alhambra, la Dama del Mattino.
  • Le Nove Torri: Situate nella parte nordoccidentale delle Montagne Yatil, a sud delle terre dei Nomadi della Tigre; famose per l'allineamento malvagio dei propri abitanti; celebri per gli spaventosi tatuaggi e pitture di guerra esibiti dai giganti delle nuvole che vi abitano; famose per le miscele di erbe che i giganti inalano prima della battaglia, che li conducono in uno stato di ira furiosa in combattimento; note per i diversi ed elaborati pasti che i loro giganti sanno preparare cucinando le carni di nani e gnomi; famose per pagare di ingenti somme di denaro per i vini delle terre di Aerdy, che sono enormemente apprezzati dai loro abitanti; note per essere guidate da un consiglio composto da quattro giganti maschi e quattro femmine, con un nono leader che può essere di ambo i generi; governate dalla Regina Maggedia, Uccisore del Drago Dorato.

Traduzione dell’articolo “On the Cloud Giants of the Flanaess: History, Culture and Nation” pubblicato su Canonfire.
Autore: CruelSummerlord
Traduzione: Dennis Kalamar Biagini
Revisione: Roberto DarkSkull Pecoraro

Pannello Utente

Chi c'è online

    Il GDR di Zargo!

    Prossimi eventi

     

    Ultimi file da scaricare

    Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

    Immagini dalla galleria