Il 5°Clone



Planescape: un'introduzione

 

Alcuni anni fa, un manipolo di game designer della ormai defunta TSR si riunì per creare una nuova ambientazione per il gioco di ruolo più amato del mondo, Dungeons and Dragons. Si voleva dar vita ad un’ambientazione differente dai soliti mondi simil-tolkien (come i celeberrimi Forgotten Realms o Dragonlance), un’ambientazione dotata di un “tono” del tutto particolare, più adulto ed introspettivo. Ciò che riuscirono a concepire Cook, McComb, Vallese e gli altri fu una campagna assolutamente originale, unica nel suo genere, dotata di uno spessore raramente eguagliato da altri mondi di gioco, dove l’introspezione e la riflessione si fondevano in modo mirabile con la fantasia ed il gusto per l’avventura e dove l’allineamento morale giocava un ruolo fondamentale nella campagna stessa. Fu così che a metà degli anni novanta nacque Planescape, molto più di una super-ambientazione utilizzata per fungere da raccordo a tutti i mondi ambientati prima (e dopo) di essa, un vero e proprio Multiverso che offriva nuove, insospettabili possibilità di gioco e di interpretazione.

Planescape incuriosì da subito moltissimi appassionati di D&D, anche grazie alla sua caratterizzazione grafica, ideata dall’ormai mitico Di Terlizzi. Il nuovo campaign setting presentava luoghi fino ad allora sconosciuti e dotati di caratteristiche uniche: la meravigliosa e cosmopolita Sigil, Città delle porte, governata dalla misteriosa Signora del Dolore e satura di movimenti filosofici che si combattevano tra loro; le Terre Esterne, centro del Multiverso, con le sue città portale, il piano Etereo, quello delle Ombre, il Piano Astrale e tutte le altre realtà del Multiverso, segnate da un determinato tipo di allineamento, con le loro caratteristiche uniche.

Tale e tanta magnificenza, tuttavia, conobbe una fine prematura. Il tono maturo sotteso all’ambientazione stessa, forse il gergo particolare (e per alcuni ostico) utilizzato a Sigil e nei piani e non ultime le difficoltà economiche di TSR (unitamente all’incapacità di alcuni presunti game designer di sfruttare a dovere questa ambientazione) - che decretarono la bancarotta del colosso ed il successivo acquisto da parte della Wizards of the Coast - misero la parola fine alla pubblicazione di supplementi per Planescape. Eppure, tanta bellezza non poteva essere semplicemente dimenticata. Gli appassionati, oseremmo dire i veri intenditori di D&D e del gioco di ruolo, hanno continuato a vivere infinite avventure nel Multiverso utilizzando i materiali fino ad allora prodotti. Su internet sono nati una moltitudine di siti che hanno continuato a presentare racconti e materiali di gioco per questa ambientazione. Anche ora svariate case editrici continuano a proporre materiale dedicato all’esplorazione dei piani, sebbene il mitico marchio originale, posseduto dalla Wizards, sia ormai andato ufficialmente perduto.

 

E’ per questo motivo che il 5° Clone ha deciso di aprire una nuova sezione del suo sito completamente dedicata a Planescape. Anche in Italia esistono ancora molti giocatori che amano e continuano a giocare nel Multiverso. In questa sezione intendiamo presentare in modo ufficioso utili materiali di gioco che possano permette a coloro che amano visitare i piani di poterlo continuare a fare utilizzando anche le nuove regole dell’edizione 3.5 di D&D, un’edizione che ha sicuramente contribuito a rilanciare verso il successo il nostro amato GdR ma che ancora non può vantare una ricchezza di supplementi e di ambientazioni come poteva avere la seconda edizione.

 

Se amate i piani e le loro infinite possibilità, continuate a seguirci...

Pannello Utente

Chi c'è online

    Il GDR di Zargo!

    Prossimi eventi

     

    Ultimi file da scaricare

    Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

    Immagini dalla galleria