Il 5°Clone



Dustmen - I Cinerei: relazioni e fini

 FINI ED OBIETTIVI

 

 

Perseguire la Vera Morte

 

 

Far comprendere agli altri esseri

 

 

come raggiungere

 

 

 la felicità...

 

 

Non chiedo altro...

 

 

Madlea, Cinerea

 

 

 

            Ovviamente il fine ultimo di ogni Cinereo è quello di giungere alla Vera Morte. Solo tramite la riflessione e la continua dedizione è possibile arrivare a tale traguardo. Per far ciò, oltre ad aiutare ed essere aiutato dagli altri appartenenti alla fazione, è necessario perseguire un lento ma continuo distacco dall’inutilità delle cose della falsa vita, attraversando stoicamente quanto di buono e cattivo avviene all’interno di questa inutile esistenza. E’ importante difendere il proprio credo e diffonderlo, dimostrando al contempo che quanto dicono le altre fazione è falso e frutto di una visione della vita e del Multiverso limitata o sbagliata. I Cinerei non sono la fazione più attiva dal punto di vista del proselitismo, ma è comunque importante far capire a chi è dotato della sufficiente sensibilità che solo la Vera Morte può portare alla serenità.

            Oltre a tali alti scopi, i Cinerei dopo la Guerra delle Fazioni stanno cercando un nuovo quartier generale dove rifondare la fazione al di fuori di Sigil. Il Piano dell’Energia Negativa, infatti, pur essendo affine da un punto di vista di “allineamento” a questa fazione non rappresenta un luogo di partenza ottimale per irraggiare nel Multiverso la dottrina dei Morti. Inoltre, per poter portare avanti il lavoro di raccolta e cura dei cadaveri è necessario impossessarsi di un luogo dove sono abbondanti i portali che danno verso il Piano Materiale e quello del Fuoco.

            Si parla inoltre in modo abbastanza insistente della riapparizione del Factol Skall. Diversi ex-membri della fazione hanno infatti proclamato di averlo visto più volte aggirarsi all’interno dell’Obitorio, sebbene non vi sia alcuna prova certa di questi avvistamenti. Anche se la cosa si rivelasse vera, comunque, molti interrogativi sorgono spontanei: si tratta effettivamente del vero Skall oppure si tratta di un impostore? E se fosse il vero Skall, la sua riapparizione significherebbe che è ancora vivo? Oppure che una volta imprigionato nei Labirinti è riuscito ad evadere? O più semplicemente ha trovato un modo per proiettare la sua figura fuori dalle stesse prigioni planari create dalla Signora del Dolore?

 

 

 

RELAZIONI CON LE ALTRE FILOSOFIE

 

 

Le altre filosofie sono false e superficiali.

 

 

Negare la Vera Morte è la prova di quanto ho appena detto!

 

 

Un Cinereo invasato

 

 

 

            In linea di massima, i Cinerei hanno sempre mantenuto un atteggiamento tendenzialmente neutrale nei confronti delle altre filosofie. Come molti altri movimenti, essi sono convinti di essere arrivati alla verità, ma diversamente da altre fazioni non svolgono una forte attività di predica. I Morti sono concentrati nella comprensione della Vera Morte ed impegnati a compiere il percorso spirituale che la loro ideologia impone. Detto questo, è innegabile che esistano rapporti più cordiali con certi movimenti e relazioni più tese con altri.

            I Cinerei possiedono alcuni punti di contatto con il pensiero portato avanti dai Depressi: per entrambi la vita come viene comunemente concepita non ha un grande significato, ma mentre per i Morti è necessario concepire questa esistenza come una prova per giungere alla Vera Morte, per i Depressi non esiste nulla per cui valga davvero lottare. Inoltre, il Cenacolo dei Depressi ha sempre dimostrato tendenze pazzoidi, cosa che invece non si verifica nella serafica società cinerea.

            Altra fazione che presenta punti di contatto con i Cinerei è quella dei Guardiani del Destino, secondo i quali il Multiverso è destinato a disgregarsi da solo fino al totale annullamento di se stesso. Il parallelo tra le due correnti di pensiero risiede ancora nel fatto che entrambe non danno gran valore all’esistenza come viene comunemente accettata dalla maggior parte degli esseri planari.

            I Cinerei non hanno nemici giurati. Solo il pensiero della Società delle Sensazioni si oppone apertamente all’ideale della fazione. Per i Sensisti, così tesi a sperimentare tutto quanto l’esistenza offre, l’idea di ricercare la morte come proclamano i Morti è semplicemente inaccettabile. L’ideale apparentemente lugubre dei Morti semplicemente ripugna i Sensisti, che rifiutano spesso di avere contatti di qualsiasi genere con i Cinerei. E la cosa non disturba troppo questi ultimi, data la filosofia quasi opposta che la Società delle Sensazioni coltiva.

Pannello Utente

Chi c'è online

    Il GDR di Zargo!

    Prossimi eventi

     

    Ultimi file da scaricare

    Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

    Immagini dalla galleria