Il 5°Clone



Sacrificio rituale o rito sacrificale?

Un gruppo di umanoidi primitivi è riunito in una grotta

Una bellissima donna dagli abiti succinti e stracciati resta incatenata ad un altare

Il sacerdote si esibisce in un sorriso a 44 denti (tutti aguzzi): "Urla quanto vuoi, ma nessuno ti verrà a salvare!"

La folla di invasati strepita: "A morte! Così finalmente avremo la pioggia!!"

La donna strilla: "Aiuto! Chi mai mi potrà salvare da cotanta barbarie?"

Ma, prima che il sacerdote possa infilzarle il prosperoso petto, costui viene disarmato da un colpo di pistola mentre un belloccione appare sulla scena pronunciando nobili parole: "Ma andate a studiarvi un po' di meteorologia, branco di ignoranti!"

Ma la folla è troppo esaltata, e il sacerdote è troppo crudele, e sibila tutto il suo rancore incitando la folla "Hissss... uccidete il profanatore!"

Segue un breve scontro a base di rivoltella da sei colpi che spedisce agli dei pagani due o tre centinaia di uomini armati di lancia e pugnale.

E, a seguire, in omaggio alla dea Khalì, divinità dell'amore e della morte, dopo il massacro avviene un bacio appassionato tra il salvatore e la poveretta...

Nessun pianto per i folli, tanto erano un branco di pazzi irredimibili...

E il sacerdote ha avuto la morte che si meritava per aver fatto impazzire così tanta gente con tanti discorsi strampalati sulle persone che muoiono e la pioggia che scende...

Tempi bui, tempi barbari, eh?

Ma ne siamo proprio così sicuri?

 


"Aiuto! Qualcuno mi salvi dalla follia del capo Casco di Banane!"

 

Perchè noi siamo uomini moderni! Uomini di scienza! Crediamo solo a leggi scientifiche rigidamente affermate! Siamo fuori dai tempi oscuri della barbarie selvaggia! Non crediamo più alla danza della pioggia! Crediamo agli oroscopi, che i segni zodiacali decidano quali uomini siano compatibili tra loro, crediamo che i destini di 5 miliardi di uomini si ripartiscano in dodici destini che a loro volta cambiano a seconda dell'astrologo che lo scrive. Noi sì che siamo furbi, cribbio!

Cosa dite? Non è solo pratica tribale? Lo facevano anche nella democrazia ateniese e nella civile diarchia spartana?

Ma anche loro in realtà erano primitivi! O meglio, avevano grandi spinte verso la civiltà, ma anche oscure reliquie del passato che soggiogavano la popolazione per oro, donne, e ricompense imperiali persiane, no?

 

 

Brutti, porci, corrotti, perversi, infami, sfruttatori...

 

Il fatto è che il superamento del sacrificio rituale viene posto come un grande balzo in avanti per l'umanità. Perchè per noi è chiaramente orribile che una persona venga ammazzata di fronte a tutta la popolazione per il diletto di tutti. Quale altra prova del nostro miglioramento se non questa? Noi mica le facciamo queste cose.

E invece sì. Le facciamo eccome. Solo che gli diamo un altro nome: processo.

E per processo intendo processo giuridico.

In ogni società per sua natura si generano degli attriti. Tu fai un torto a me, io faccio un torto a lui e via dicendo fino ad arrivare al punto in cui, a forza di vendette personali e di raddrizzamento dei torti, si rischierebbe il massacro collettivo. Violenza chiama violenza, vendetta chiama vendetta e via dicendo. Se devo vendicarmi del fratello di Giorgio perchè ha ucciso mio figlio, poi suo padre cercherà di uccidermi per vendicare suo nipote e via dicendo.

Come si evita il disastro?

Incanalando tutta la violenza collettiva su qualcuno o qualcosa, scaricando in esso tutti i rancori accumulatisi in una cerimonia ritualizzata.

Questo si faceva inizialmente col sacrificio rituale, poi con i duelli e poi con i processi.

Tutte forme, ribadisco, estremamente ritualizzate (perchè sono la ritualizzazione e la presenza di gesti specifici a dare forza a questo grande sfogo, quando anche nei tribunali tutto segue determinati riti specifici) utili per riuscire semplicemente a mantenere in piedi una società.

Non a caso molti codici civili contengono spesso formule del tipo: "per evitare che qualcuno prenda la legge nelle proprie mani". Ed è quello lo scopo del processo, del duello d'onore e del sacrificio rituale.

Possiamo dire di essere arrivati comunque ad un livello superiore, utilizzando il processo al posto del sacrificio rituale? Neanche. Perchè il processo scarica sì le vendette collettive ma fa un errore scaricandole sul colpevole. E come certe tribù sanno bene non bisogna mai sacrificare un colpevole. Anzi. Più esso è estraneo alle vicende tanto più sarà utile allo scopo. Perchè sacrificando/processando il colpevole la violenza viene sì messa nelle mani della collettività, ma scaricandosi sull'effettivo responsabile non può essere certa di fermare il ciclo di vendette...

 

 

"Ahahah! Come mi diverto a bruciare i cuori!"

 

Ed è attraverso questi esempi che si capiscono forme di organizzazione tribale, altrimenti incomprensibili, come alcune monarchie sacre africane. Ogni anno il monarca fa un incesto in pubblico. E l'incesto per queste tribù, ci si tiene a ricordarlo, è il peggior crimine che un uomo possa compiere sulla faccia della terra. Il re viene quindi denudato e portato in corteo, percosso da tutti i suoi sudditi con bastoni (principalmente sui genitali).

Notare bene che ogni gesto è perfettamente predeterminato. Ogni scena. La sete di violenza  e di vendetta di tutti viene appagata imbrigliandola in una valvola di sfogo. Il re attira su di sè tutti i rancori che si sono generati nel suo regno, compiendo lui il peccato simbolico e attirando su di sè tutte le vendette e i rancori accumulatisi.

Nel gran finale di cerimonia però il re si riprende il suo ruolo, sottraendo la lancia ad uno dei cerimoniali e riaffermando la sua autorità. Che continuerà a sussistere fino alla prossima cerimonia.

 

Ma il re sacro non era un lavoro fattibile da chiunque?

 

Per completare la trattazione diamo un'occhiata a due tragedie di Euripide.

Nell'Ecuba si assiste al sacrificio di Polissena, complice involontaria della morte di Achille. Infatti il grande eroe, vincitore di molte battaglie, non aveva resistito alle belle forme della principessa troiana e si era intrufolato a Troia per spiarla meglio venendo scoperto, ahilui, dal caro Paride, che, approfittando della distrazione del guerriero, ne aveva approfittato per coglierlo alla sprovvista con un furtivo sul tallone, causandone la morte.

Ora gli achei sono in partenza, ma non possono partire senza prima aver sacrificato Polissena alla tomba di Achille, altrimenti i venti non saranno favorevoli. Ma non ne hanno molta voglia: è così giovane, così innocente... Cosa fa allora Polissena, ben consapevole dell'importanza del suo sacrificio per gli eroi achei che ormai hanno espugnato Troia? In un atto di grande dimostrazione di regalità fa uno strip-tease sull'altare, in modo tale da semplificare il compito agli stessi sacrificanti.

Ma (per riabilitare il nostro processo giuridico) anche il sacrificio rituale ha i suoi rischi. Rischi che vengono descritti nelle Baccanti di Euripide, dove si inscena un sacrificio rituale finito male. Perchè è proprio nel momento di massima concentrazione della violenza che rischia di scapparci il morto. Il re di Tebe non si fida del nuovo culto di Dioniso, è convinto che un gruppo di donne che si ritirano sui monti non possano combinare niente di buono, e quindi le spia. Ma viene scoperto. E nel momento di massima estasi cerimoniale la sua stessa madre lo uccide credendo di colpire un cerbiatto (portando poi la sua testa fino alla reggia per fargli vedere quanto è stata brava).

Per questo ogni gesto è perfettamente ritualizzato. In una situazione di esaltazione Ad ogni errore si rischia di trasformare il grande sfogo in un massacro collettivo... La cerimonia è tale fino a che resta perfettamente controllata in gesti e movimenti chiaramente predeterminati.

 

Un sacrifico rituale può finire mooolto male...

 

Finita la trattazione, è ora di passare alla domanda che tutti voi vi stavate ponendo: a cosa serve tutto questo ad un DM?

O meglio, siamo sicuri che tutto questo aiuti una campagna? Cioè, parlando chiaramente, il sacrificio rituale era la scena di malvagità incarnata di fronte a cui i paladini erano sicurissimi di punire il male senza dubbio alcuno! In cui a nessuno venivano attacchi di drizztite! E adesso vogliamo cancellare anche questa?! Vogliamo dire che sacrificare la bella-fanciulla-molto-disponibile-a-finire-a-letto-col-PG al grande signore dei demoni in realtà è cosa buona e giusta?

No.

I sacrifici rituali coi demoni si possono tenere benissimo come atto malvagio e crudele, vanno benissimo.

Ciò che si vuole cambiare è un'altra cosa: dopo aver compreso le dinamiche del sacrificio rituale nel momento in cui si voglia giocare un membro di una razza tribale (un lucertoloide) non dovrà essere per forza un disadattato che, nato con qualche grammo di cervello in più degli altri, ha capito che sacrificare è sbagliato. E il sacerdote che sacrifica non sarà per forza uno schizzato caotico malvagio. E la missione dei PG civilizzati appena arrivati non sarà necessariamente quella di convincere che sacrificare è malvagio...

Basta con questi occidentalismi di civilizzazione...

E basta con le banalizzazioni di culture dei tempi passati...

Piuttosto, volete mettere una campagna in cui lo scopo è impedire che un sacrificio rituale venga interrotto?

 

Il sacrificio rituale è anche così. Ma non solo...

 

La mia trattazione è breve e parziale. Mi sono basato su un libro, scritto molto bene oltre che a mio parere illuminante, con molti più esempi utili alla comprensione. Se avessi mal ricordato qualcosa, perdonate la mia (poca) memoria ad un anno di distanza... Comunque per approfondire segnalo:

Renè Girard, La violenza e il sacro, Adelphi, 1992


 

Commenti   

 
# eldrad 2011-09-06 18:13
Ringrazio Luskark ad aver scritto il pezzo e a chi l'ha pubblicato ad averlo fatto dopo un esame importante: altrimenti avrei perso tempo utile per leggerlo.
Ora che ho meno impegni lo faccio con piacere, e lo rileggo per rispondere.
La discussione segue sul forum.
 

You have no rights to post comments

Pannello Utente

Chi c'è online

Il GDR di Zargo!

Prossimi eventi

 

Ultimi file da scaricare

Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

Immagini dalla galleria