Il 5°Clone



Basilisco e Cockatrice



 

BASILISCO E COCKATRICE




Eccoci nuovamente con un articolo doppio, su due mostri tipici dei dungeons di D&D, molto legati a livello mitologico, ed affini strutturalmente. Abbiamo a che fare con il Basilisco e la Cockatrice, entrambi presenti sul Manuale dei Mostri.


Il Basilisco deve il suo nome dal greco

basileus

, re, che in latino viene reso come

regulus

, a cui si associa appunto la figura mitologica del regolo, simile allo stesso basilisco. Questi appellativi fanno di questo mostro il re dei serpenti nella mitologia classica.


L'aspetto più famoso del basilisco è certamente la sua capacità di pietrificare con lo sguardo. In realtà, nelle leggende, tale capacità era assai più complessa, ed accadeva solamente se il basilisco osservava per primo, e se invece viene guardato lui, avviene l'opposto. Un forte legame con altri mostri tipici della tradizione, che come esso pietrificano, è dato dal poeta Lucano, che nota come il basilisco si origini dal sangue della Medusa uccisa da Perseo. Questo spiega efficacemente i tratti serpentini e la capacità pietrificante, tipica della Medusa.


La descrizione varia tantissimo: a volte è un gallo con quattro zampe, a volte è squamato e le zampe sono otto; quest'ultima è la descrizione che più si avvicina al mostro presente nei nostri manuali.


Nel Medioevo il basilisco si fonde anche con il drago e i due animali si influenzano a vicenda: il drago prende l'alito che brucia e cede al basilisco le dimensioni, che aumentano in modo considerevole rispetto ai 10-15 centimetri di cui parlava Plinio. La cockatrice, altro mostro molto simile al basilisco, inizialmente era proprio coincidente col basilisco stesso, e le loro origini si influenzano a vicenda, andando a toccare anche i draghi. In molte raffigurazioni il basilisco ha il corpo di un gallo che termina in una coda di serpente (segni di come nasce, uovo di gallo covato da un serpente), ed assume a volte il nome di basilecoq, coquatrix o cocadrille, ovvero "gallo–serpente" o "figlio di gallo". Solo in epoca tarda i due mostriciattoli saranno distinti, come lo sono nel manuale di D&D.





Da questo punto di vista i due mostri possono essere strettamente connessi, sia a livello di origini che di peculiarità. Essi sono difatti molto simili e solo l'evolversi delle descrizioni e delle trascrizioni hanno prodotto la separazione che li vede come mostri diversi.




Bibliografia
http://it.wikipedia.org/wiki/Basilisco_%28mitologia%29
http://it.wikipedia.org/wiki/Coccatrice
http://www.antiqui.it/doc/leggende/serpente1.htm
http://webhome.idirect.com/~donlong/monsters/Html/Basilisk.htm


Partecipanti alla discussione: kelset, Misericordia, Redrum

You have no rights to post comments

Pannello Utente

Chi c'è online

    Il GDR di Zargo!

    Prossimi eventi

     

    Ultimi file da scaricare

    Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

    Immagini dalla galleria