Il 5°Clone



Ghaele



 

GHAELE



Il Ghaele fa parte della razza degli Eladrin, una razza profondamente buona e cavalleresca, per come è descritta nel Manuale dei Mostri. In questa figura confluiscono alcune figure mitologiche-leggendarie derivanti dalla mitologia celtica, dimostrando ancora una volta come anche il più semplice dei mostri presenti nel manuale di D&D sia stato sviluppato con un occhio di riguardo verso la grande e vasta tradizione, che rende ancora più forte i mondi puramente fantasy di D&D. Il termine ghaele è difficile da ricostruire etimologicamente, ma è probabile che vi sia un'attinenza con il termine bretone Gael, variante di Gwenael, che significa “generoso e beato”. Effettivamente un significato del genere ben si inquadra nella figura tipicamente buona del Ghaele. Più approfonditamente è possibile trovare delle somiglianze tra il Ghaele e il cosiddetto Piccolo Popolo, quell'insieme di fate e folletti che vivono nella tradizione celtica, in particolare con i Daoine Sidhe. Questo particolare gruppo è il nome che assunsero i Tuatha De Danann, razza di dei irlandesi discendenti dalla dea Danu, una volta che vennero scacciati nel sottosuolo dai Milesi, durante una delle innumerevoli invasioni dell'Irlanda. Il Ghaele tuttavia è fortemente legato proprio con i Tuatha De Danann piuttosto che con la loro controparte spirituale del Piccolo Popolo, ed infatti la storia di questo gruppo di divinità porta numerosi indizi sulle influenze del Ghaele. Essi discendevano dai Figli di Nemed, anch'essi precedenti invasori dell'Irlanda, che erano stati decimati dai Fomoriani (o anche Fomor), una razza di demoniaci giganti dall'aspetto decisamente mostruoso: molti di essi erano privi di arti o altre parti del corpo, e ben incarnavano un ideale di caoticità e malvagità legata agli istinti più bassi. La storia dei Tuatha De Danann è essenzialmente descritta dalle guerre che compirono.





Subito dopo il loro arrivo infatti sconfissero il popolo dei Firbolg, nella prima guerra di Mag Tuireadh. Successivamente si scontrarono proprio con i Fomor, sconfiggendoli nella seconda guerra di Mag Tuireadh, nonostante l'esistenza di matrimoni e tregue tra le due razze che portarono alla generazione di creature con il sangue misto delle due razze. Secondo una versione della leggenda la causa che originò la guerra tra i Fomor ed i Tuatha De Danann fu il fatto che i primi imposero pesanti tributi ai secondi, causandone una ribellione. Qui si può vedere un aspetto che è altamente probabile abbia influenzato il Ghaele: i Ghaele infatti sono cavalieri che combattono contro il male e la tirannia, e i Fomor, con le loro deformità e i loro atteggiamenti, e con la versione dei tributi, incarnano abbastanza fedelmente la figura di malvagi e tiranni. Se quindi i Fomor incarnano facilmente un aspetto della malvagità che in D&D è facilmente inquadrabile con l'allineamento Caotico Malvagio, i Tuatha De Danann ispirano una visione più buona, ma comunque in bilico sulle loro emozioni, e quindi una visione che in D&D potrebbe essere inquadrata dal Caotico Buono, ed effettivamente il Ghaele del Manuale dei Mostri ha sempre allineamento Caotico Buono, il che potrebbe confermare l'ispirazione celtica dai Tuatha De Danann.





Successivamente, come abbiamo detto prima, i Tuatha De Danann vennero scacciati nel sottosuolo dai Milesi e da lì presero il nome di Daoine Sidhe: da questo punto di vista, se la tradizione dei Tuatha De Danann può aver portato a modellare la psicologia e il carattere dei Ghaele, il fatto che i loro ispiratori siano poi divenuti degli appartenenti al Piccolo Popolo, può aver ispirato largamente l'aspetto più prettamente magico e soprannaturale dei Ghaele stessi. L'aspetto più rilevante da questo punto di vista è la possibilità del Ghaele di trasformarsi in globo. Questa facoltà non è comune nel mondo dei folletti, e occorre andare a scomodare due figure di leggende differenti da quelle celtiche: stiamo parlando dell'Escafleur, proveniente dalla mitologia belga, e della Flambia, da quella provenzale. Entrambi sono folletti capaci di trasformarsi in globi: è possibile che siano state fonti di ispirazione per gli sviluppatori, ma se così fosse quest'ispirazione deve essersi limitata solo alla forma di globo, in quanto l'Escafleur ha un “modus operandi” che si allontana di molto dal concetto di bene: esso infatti insegue e poi divora i malcapitati che gli sono vicino. La somiglianza comunque dal punto di vista del globo merita comunque una menzione, in questo collage di mitologie che è confluito sul tavolo degli sviluppatori del Ghaele.




Bibliografia
http://www.behindthename.com/name/gae12l
http://www.pantheon.org/articles/d/daoine_sidhe.html
http://it.wikipedia.org/wiki/Piccolo_popolo
http://www.pantheon.org/articles/t/tuatha_de_danann.html
http://it.wikipedia.org/wiki/Tuatha_De_Danann
http://www.pantheon.org/articles/f/firbolg.html
http://www.pantheon.org/articles/f/fomorians.html
http://www.bifrost.it/CELTI/Schedario2/Fomoriani.html
http://bienvenuechezalexandra.chez.com/legende_belge5.htm
http://www.bifrost.it/CELTI/6.TuathaDeDanann/11-MagTuired.html


Partecipanti alla discussione: Blackstorm, Bloodydragon, Ovino, Redrum, Saga89

  

Commenti   

 
# shikashaker 2013-09-30 19:08
" Fomor, con le loro deformità e i loro atteggiamenti, e con la versione dei tributi, incarnano abbastanza fedelmente la figura di malvagi e tiranni. Se quindi i Fomor incarnano facilmente un aspetto della malvagità che in D&D è facilmente inquadrabile con l'allineamento Caotico Malvagio"
Essendo tiranni, li inquadrerei più facilmente sotto l'allineamento Legale Malvagio... :-?
Articolo molto interessante! Me li sto leggendo tutti, anche se mi ci vorrà qualche secolo :D
 

You have no rights to post comments

Pannello Utente

Chi c'è online

Il GDR di Zargo!

Prossimi eventi

 

Ultimi file da scaricare

Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

Immagini dalla galleria