Il 5°Clone



Arriva la nuova edizione di D&D

Dopo le notizie, sempre più insistenti, sulla presunta insoddisfazione della dirigenza circa i risultati che stava ottenendo la 4e, il sorpasso da parte Pathfinder di qualche mese fa e il ritorno a casa di Monte Cook, uno dei padri della 3e, per non parlare della sospensione delle uscite italiane, la notizia era nell'aria.

Oggi è la Wiz stessa che lo conferma ufficialmente: la nuova edizione è in piena fase di sviluppo! Ma non è tutto... Infatti è stato deciso che dopo una fase di sviluppo interno, che comunque si baserà sui feedback fin qui ottenuti attraverso gli articoli con sondaggio apparsi nei mesi scorsi sul sito di D&D, verrà indetto un playtest pubblico per coinvolgere ulteriormente i giocatori di tutto il mondo nella creazione di questa nuova edizione del gioco.

Per farvi cosa gradita noi del 5°Clone abbiamo pensato di fornirvi una libera traduzione dell'annuncio apparso sul sito di D&D, ma bando le ciance! Lasciamo la parola a Mike Mearls, Team Lead del progetto...

 

Come avrete letto sul New York Times, è un momento emozionante per Dungeons & Dragons. Oggi siamo lieti di annunciare che stiamo sviluppando la prossima iterazione di D&D, e cercheremo il contributo delle legioni di fan di D&D per contribuire a modellare il futuro di questo gioco insieme a noi.

La nostra missione è garantire che D&D entri nei suoi prossimi 40 anni come un vibrante ed emozionante gioco in crescita. Dando ascolto ai bisogni della comunità di D&D, possiamo raggiungere questo obiettivo. Come parte dei nostri crescenti sforzi per coinvolgere con la base dei giocatori, abbiamo lanciato una serie di articoli settimanali nei primi mesi del 2011, tra cui Rule of Three e Legends & Lore, per darvi voce nel nostro lavoro. Abbiamo ascoltato sia le lodi che le critiche di tutti gli appassionati di D&D, indipendentemente dall’edizione che hanno scelto, e continueremo a farlo.

Ecco perché siamo entusiasti di annuciarvi che a partire dalla primavera del 2012, spingeremo il processo avanti di un ulteriore passo e procederemo ad indire un playtest aperto alla comunità di gioco per raccogliere feedback sulla nuova iterazione del gioco così come sul suo sviluppo. Con i vostri commenti e il vostro coinvolgimento, possiamo rendere D&D migliore. Cerchiamo di costruire le fondamenta per dare longevità e far crescere D&D, una selezione dei tratti essenziali che rendono D&D unico e speciale. Vogliamo un gioco che supera le differenze tra stili di gioco, impostazioni della campagna ed edizioni, qualcosa che colga l'essenza fondamentale di D&D e lo porti alla ribalta. In breve, vogliamo un gioco che sia semplice o complesso quanto volete e che focalizzi l’azione sul combattimento, l'intrigo e l'esplorazione quanto desiderate. Vogliamo un gioco che sia inconfondibilmente D&D, ma che può facilmente diventare il vostro D&D, il gioco che desiderate giocare e far giocare.

D&D è più di un semplice insieme di regole per giocare in mondi fantasy. Ha lanciato un intero genere di giochi ed ha ricoperto un ruolo fondamentale nel creare l'intero settore dei giochi, sia analogici che digitali. Questo gioco è durato ed ha prosperato perché ha risvegliato una scintilla di creatività, visioni di audaci avventure, panorami meravigliosi e di orrori indicibili che ci lega tutti insieme come una comunità di appassionati di GdR. Sono gli innumerevoli giocatori e DM che lo hanno tenuto in vita nel corso degli anni. Il gioco dà il suo meglio quando è il tuo.

Per questo motivo, vogliamo la vostra partecipazione. Gli obiettivi che ci siamo prefissati non sono affatto banali o facili. Coinvolgendovi in questo processo, possiamo costruire una serie di regole di D&D che incorporano la volontà e i desideri dei suoi giocatori di tutto il mondo. Vogliamo creare un gioco flessibile, ricco di opzioni che giocatori e DM possono usare o rifiutare come meglio credono, un gioco che unisca i fan di D&D piuttosto che creare un’ulteriore categoria di cui far parte.

Abbiamo cominciato a ottenere feedback da un ristretto numero di playtest composto da dipendenti interni e dai loro gruppi di gioco e presto lo allagheremo al gruppo formato membri dalla nostra attuale divisione di playtester. Poi alla convention D&D Experience di fine gennaio, Wizards of the Coast condurrà uno speciale playtest sulle idee attualmente in sviluppo. La D&D Experience si sposterà al Gen Con del 2013, così, come speciale di fiera quest'anno, offriremo ai partecipanti un primo sguardo alla bozza del nuovo set di regole. Poi a partire da primavera, inizieremo il playtest pubblico. Attraverso il nostro sito web, renderemo disponibile una serie crescente di regole, classi, mostri e che voi potrete studiare e su cui potrete fornirci feedback. Cerchiamo di raggiungere quante più persone possibile, dal giocatore che ha appena iniziato con D&D la scorsa settimana al gruppo di gioco che è stato insieme a partire dai primi anni '70. Per questo processo di sviluppo, vogliamo dare voce a tutti gli appassionati di D&D e ai giocatori di tutte le edizioni precedenti di questo gioco.

L'anno prossimo sarà entusiasmante. C'è molto lavoro da fare, e spero che avrete il tempo, l’energia e la voglia di partecipare. Confidiamo che lo facciate, così cercheremo di fare la storia del gioco tracciando, insieme, il futuro di D&D. Se volete aderire oggi stesso per essere informati circa l’inizio playtest e sulle modalità di partecipazione, cliccate qui.

Ed ecco una libera traduzione di cosa ci dice oggi (16/01/2012) proprio Monte Cook a riguardo nella sua rubrica Legends and Lore:

Se non lo avete già fatto, leggete questo annuncio di Mike Mearls.

Bene, ora avete un'idea un po' più chiara di quello su cui ho lavorato. Per molti di voi, quello che già sospettavate è stato semplicemente confermato. In ogni caso, non posso dirvi quanto eccitante e stimolante sia stato avviare questo progetto, e quanto continuerà ad essere elettrizzante man mano che andiamo avanti.

Naturalmente, non me ne sto occupando da solo. Sebbene stia lavorando con un sacco di gente in gamba della Wizards of the Coast a quest’impresa, in questo punto del processo, trascorro la maggior parte del mio tempo con due designer eccellenti, Bruce Cordell e Rob Schwalb. È un lavoro di squadra per essere certi di non sbagliare, e coinvolgeremo anche altri talentuosi designer, sviluppatori ed editor col progredire delle cose.

Nelle settimane e nei mesi a venire, vorrei approfondire alcuni degli obiettivi che Mike ha anticipato nel suo annuncio. Questa settimana, però, voglio solo toccare i punti salienti di quello che ritengo particolarmente importanti riguardo lo sviluppo della prossima incarnazione dei questo gioco.

In primo luogo, come ha detto Mike, questo non è un'altra battuta delle cosiddette “edition wars”. Questo non è nemmeno un tentativo di farvi giocare Dungeons & Dragons in un modo nuovo. Questo è il gioco che avete già giocato, indipendentemente da quale edizione o versione preferite. L'obiettivo qui è quello di abbracciare tutte i tipi di esperienza di D&D e di non escludere nessuno. Immaginate un gioco in cui l'essenza di D&D sia stata distillata fino a renderlo un gioco molto semplice ma assolutamente completo. Ora immaginate che il gioco offerto sia modulare, con opzioni aggiuntive che permettono di creare il genere che si desidera riprodurre, lasciando il Dungeon Master libero di creare il gioco che vuole. Preferite regole semplici per guidare il vostro gioco attraverso la storia? Potete averlo. Preferite combattimenti tattici e complessi incontri? Potete avere anche quello. Preferite creare personaggio ultra-personalizzati? È tutto lì.

A questo gioco, giocate a quello che desiderate riprodurre. Il nostro obiettivo è di fornirvi gli strumenti per farlo.

Questo nuovo approccio viene fuori un’unica idea. Alla sua base, D&D non ha delle regole. Si tratta di partecipare ad un emozionante avventura fantasy. Le regole sono solo il mezzo per permettere che ciò avvenga. Non sono fini a se stesse. La ragione per cui la maggior parte di noi gioca è per la storia che nasce dalle nostre sessioni. Parliamo della bocca diavolo verde nella Tomba degli Orrori. I piani diabolici di Strahd a Ravenloft. Il vile coboldo Meepo della Cittadella Senza Sole. Queste storie ci portano a restare uniti. Come giocatori di D&D, non dovremmo permettere alle preferenze riguardo il regolamento di separarci. Alla fine, abbiamo molto più in comune di quanto ci differenzia, anche se alcuni di noi preferiscono lo stile semplice ma impetuose della vecchia scuola base di D&D e altri l'eleganza attentamente bilanciata della 4a edizione, o qualsiasi via di mezzo.

Ma allora, se questo nuovo progetto è proprio come la vostra versione preferita precedente del gioco, perché giocarla? In primo luogo, speriamo che vi vogliate godere il distillato dell’essenza di ciò che rendono D&D il gioco che noi tutti amiamo in un pacchetto unico, con la possibilità di scegliere altre opzioni come volete.

In secondo luogo, e questo suona così folle che probabilmente non ci crederete in questo momento, stiamo progettando il gioco in modo che i giocatori non siano costretti a dover scegliere tutti fra lo stesso insieme di opzioni. Ancora una volta, immaginate un gioco in cui un giocatore ha una scheda del personaggio semplice con appena un paio di cose annotate su di essa, e il giocatore accanto a lui ha tutti i tipi di abilità, talenti e capacità speciali. E tuttavia possono ancora giocare insieme e tutto rimane relativamente equilibrato. Il vostro amico che ama la 1e potrà giocare nelle vostre sessioni in stile 3e e non avere a che fare con tutte le opzioni che non desidera o di cui non ha bisogno. O viceversa. Sarete voi a decidere tutto.

Infine, stiamo cercando i vostro feedback affinché ci guidino mentre andiamo avanti. Potrete giocare un ruolo nel plasmare l’indirizzo dello sviluppo di D&D. Non lo ripeterò mai abbastanza. Ci stiamo avviando verso un ampio playtest e ci impegneremo in una discussione pubblica riguardo le nostre idee per questa incarnazione di D&D. Vogliamo un feedback reale dai nostri giocatori, perché se l'obiettivo è quello di fare un gioco che tutti gli appassionati di D & D vogliano giocare, non è il caso di mettersi a lavoro senza aver effettivamente sentito un gran numero di giocatori di D&D. Quindi ditelo ai vostri amici. Ditelo al ragazzo in fondo alla strada che gioca ancora OD&D. Ditelo alla ragazza al negozio di videogiochi che ha lasciato D&D per giocare altri sistemi. Vogliamo sentire anche loro. Spargete la voce!

Commenti   

 
# dan 2012-01-10 15:46
Parlando per assolute ipotesi, qualcuno ha già un'idea di cosa combineranno con il nuovo regolamento? Torneranno sui loro passi e modificheranno la 3.5? Si baseranno sulla 4ed e da questa prenderanno spunto? Qualcosa di completamente nuovo e diverso ma sempre basato sul d20system? Mah...
 
 
# kalvalastir 2012-01-10 15:56
Nessuna indiscrezione al momento. Si sa solo che Monte Cook ha fatto un sacco di test e domande nei mesi scorsi... ma direi che basta iscriversi al playtest e aspettare con pazienza...
 
 
# dan 2012-01-10 20:27
Iscrizione avvenuta immediatamente dopo aver letto la notizia B)
Comunque la mia era più una domanda retorica che altro... :huh:
 
 
# eldrad 2012-01-11 08:09
Stampato e distribuito.
 
 
# zaknafein 2012-01-11 14:13
Iscritto! Speriamo bene dai, comunque viste le tempistiche prima di aprile non si saprà altro.
 

You have no rights to post comments

Pannello Utente

Chi c'è online

  • avatarderby_rosso

Il GDR di Zargo!

Prossimi eventi

 

Ultimi file da scaricare

Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

Immagini dalla galleria