Il 5°Clone



Berserk - L'epoca d'oro I-II - L'uovo del re dominatore e La conquista di Doldrey

Regia: Toshiyuuki Kubooka
  Cast (doppiatori originali): Hiroaki Hiwanaga, Takahiro Sakurai, Toa Yukinari
 Cast (doppiatori italiani): Alessandro Budroni, Niseem Onorato, Federica de Bortoli
 Genere: Animazione, medievale, horror, fantasyo
Tratto dal manga di: Kentaro Miura
Produzione: Warner Bros Pictures,
 Musiche: Shiro Sagisu, Susumu Hirasawa
 Data di uscita italiana: 14 e 15 ottobre 2013
 Durata: 1,20 + 1,35 ore
 Nazione: Giappone

 

Da uno dei manga più noti in Italia nasce una nuova serie di adattamenti, questa volta cinematografici per ripercorrerne le tappe principali. La prima trilogia (l'età dell'oro) si propone di riprendere il discorso dall'inizio coprendo la parte di manga già vista in forma di anime prima che l'eccessiva lentezza dell'autore comportasse la sospensione della serie. La forma del film dovrebbe essere infatti più adatta a prendere tempo sperando che Kentaro Miura (attualmente nel corso della sua pausa più lunga, a quanto mi dicono) possa disegnare man mano il nuovo materiale.

 

 

Di chiara ispirazione nagaiana, Berserk è un manga fantasy dai tratti horror e di ambientazione medievale. Negli undici volumi di “flashback” prevale l'aspetto medievale, per i successivi dieci conta maggiormente l'aspetto horror mentre dal volume 21 in poi c'è stata una (da molti poco apprezzata) esplosione di fantasy più tradizionale che ha pesantemente snaturato la serie rispetto ai toni violenti delle prime due parti. Grazie a una buona caratterizzazione dei personaggi la prima parte è solitamente la più apprezzata dal pubblico, ed è anche quella che i film coprono

 

Ma non eravamo in un manga perlopiù storicamente plausibile?

 

Dei capitoli intitolati effettivamente l'età dell'oro nel manga i primi due svaniscono, cancellando quasi completamente il personaggio di Gambino e si parte quasi direttamente con l'ingresso nella squadra dei falchi. La prima infanzia del protagonista viene relegata a flashback allusivi, poco comprensibili senza molta fantasia o una buona lettura del manga.
L'effettivo inizio del film viene così privato di un inizio col botto e, se non fosse per un occhio che fin troppo evidentemente esce dalla testa di un personaggio verrebbe quasi il dubbio di star vedendo il film sbagliato. Fortunatamente si corre ai ripari entro la fine del primo film... e sono comunque i più piccoli a rimetterci. Così proposto il finale spalanca veramente gli occhi sulla terribile realtà che Miura vuole proporci e lascia in forte attesa di vedere il sequel.

 

 

Sequel che, visto di seguito, rivela i punti deboli dell'operazione fino a questo punto.

La conquista di Doldrey prende la maggior parte dello spazio del film, alterandone abbastanza il finale, escludendo l'intervento del soprannaturale durante il duello decisivo. Inoltre per mantenere alti i toni e cancellare le scenette più comiche viene cambiato il trucco tramandato da nonsoquante generazioni e la mossa finale non riabilita abbastanza Chiasca (sì. Chiasca) che ne esce comunque maltrattata.

I due film mostrano la maggior parte delle scene più attive (non tutte, manca il principale complotto dei nobili, così come vengono tolti il ministro e la regina) ma nel farlo cancellano i dialoghi e fortemente penalizzato ne esce Griffith, privato di quasi tutto il suo carisma e di quasi tutte le sue motivazioni, tanto che di lui come impresso in memoria uscirà solo il quasi-monologo (Charlotte fa solo presenza) ascoltato involontariamente da Gatz alla fine del primo film, ripetuto a nastro come motivetto ricorrente in quasi ogni scena possibile.

Alla fine la preparazione mentale al duello sulla neve (vero fulcro della scena centrale) viene quasi completamente tagliata per allungare a dismisura con tanto di particolari la scena hot successiva, che nel manga durava solo due-tre pagine. In più l'assenza di flashback riguardanti la parte maschile della scena nega le ragioni del tremito e il tutto sembra venire ridotto ad una rabbia a questo punto poco comprensibile se non quasi ridicola...

 

Ci sono anche in tutti i trailer...

 

Dal punto di vista tecnico il film presenta uno strano mix tra disegni tradizionali e animazione computerizzata. Il risultato è sovente alquanto “videogiochico” e, come accadeva con le tecniche miste utilizzate in Beowulf, a rimetterci sono soprattutto le comparse spesso ben poco definite. L'effetto straniante si ha solo in determinate scene e movimenti, specie all'interno di grandi battaglie, discese dalle scale e piani allargati.

Il doppiaggio italiano cambia i nomi rispetto all'edizione Planet Manga. Gatsu diventa Gatz, Grifis diventa Griffith. Particolare soprattutto il nome del maggior personaggio femminile reso come Chiaska, resa che potrebbe condurre alle più svariate ironie.

Il doppiaggio è sulla media italiana, voci storiche ma assenti le urla (si può dare ormai per scontato che i nostri doppiatori non le sappiano produrre) assieme ad una buona intonazione: non si sente disperazione e non si sente allegria, i personaggi diventano monocorde. Curiosamente il doppiaggio smette di seguire le bocche nel momento in cui il piano si allarga e i volti in lontananza vengono appena abbozzati. Merito forse di un'edizione pensata per un piccolo schermo in cui non si noterebbe?

 

Film o videogame?

 

Alla fine, da fan di Berserk del film troppo male non si può pensare. La resa è fedele e non vengono effettuati stravolgimenti. Peccato per alcuni tagli in particolare (mi riferisco al finale del secondo) che influiscono sulla resa di alcune scene centrali e peccato per il personaggio di Griffith, pesantemente ridimensionato.
Si noti bene che il problema non si pone tanto per chi sulla carta l'ha letto, ma piuttosto per chi di Berserk nulla sapesse all'entrata e che rischierebbe di uscire dalla sala o di chiudere la visione ignorante quanto prima.

Non siamo sui livelli di completezza che avevano i film tratti da Kenshiro, capaci, pur prendendo solo porzioni della serie, di proporsi anche a chi ben poco ne sapeva.

For fans only.

Nel momento in cui uscirà il terzo scriverò un commento anche a lui.

You have no rights to post comments

Pannello Utente

Chi c'è online

    Il GDR di Zargo!

    Prossimi eventi

     

    Ultimi file da scaricare

    Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

    Immagini dalla galleria