Il 5°Clone



SERPENT KINGDOMS

 

Dungeons & Dragons

SERPENT KINGDOMS

Recensione di Wilhelm

Revisione di Dedalo e Nadir Sharpblade. Layout di Nadir Sharpblade


Da sempre gli umani del Faerun hanno temuto gli Esseri Squamati (Scaled Ones), il "Male strisciante che non dorme mai" come sono soliti definirli i viaggiatori e i mercanti delle terre del sud.
Così ha inizio Serpent Kingdoms, un manuale di espansione per i Forgotten Realms dedicato alle razze serpentiformi che popolano le terre del Faerun.

Nelle sue 192 pagine, il volume, di cui è prevista a breve l'uscita in italiano con il titolo Regni del Serpente, si focalizza principalmente sulle tre specie più diffuse nel Faerun: gli yuan-ti, le naga e i lucertoloidi, nonchè sulla misteriosa razza degli sarrukh, meglio conosciuti come Razza Creatrice, che ebbe il suo massimo splendore diverse migliaia di anni fa, dedicando un ampio capitolo ad ognuna di queste razze.
Le restanti pagine sono dedicate ad altre specie di mostri, ad un panoramica sui regni e le città popolate dagli Esseri Squamati e ad una serie di nuovi talenti, incantesimi, oggetti e classi di prestigio.

Come consuetudine dei manuali sui Forgotten Realms, le pagine sono realizzate in modo da ricordare l'aspetto di antiche pergamene, e specialmente nei capitoli dedicati ai nuovi mostri e ai regni dei serpenti, il testo è accompagnato da numerosi disegni a colori, opera di diversi artisti tra i quali spiccano Wayne England e Ralph Horsley.

Ma passiamo a vedere nel dettaglio i vari capitoli.
Non essendo ancora uscita l'edizione italiana, alcuni termini sono stati qui tradotti in via ufficiosa, lasciando indicato tra parentesi il nome originale inglese.


Introduzione

Nella breve introduzione al manuale sono presentate diverse abbreviazioni, utilizzate nei riferimenti ad altre pubblicazioni di D&D e dei Forgotten Realms.

Dal numero di riferimenti presenti risulta subito chiaro che Regni del Serpente non può certo essere definito un manuale base.
Di particolare utilità è soprattutto il Manuale dei Mostri, dove sono fornite le statistiche di molte creature qui appena accennate.

In una tabella vengono elencate tutte le razze considerate Esseri Squamati, e, anche se risulta evidente l'assenza dei draghi, la cosa non sorprende più di tanto dal momento che questi potenti rettili sono stati ampiamente descritti in altri manuali.

Per poter comprendere meglio le abitudini generali degli Esseri Squamati è, infine, sottolineata la loro naturale indole, che li spinge verso la sottomissione di tutte le altre creature del Faerun nonchè la predisposizione ad agire nell’ombra, che permette loro di insinuarsi subdolamente all'interno di insediamenti umani.



Capitolo 1: Yuan-Ti

Intelligenti, subdoli e calcolatori, gli yuan-ti sono tra le più potenti creazioni degli antichi sarrukh e tra gli Esseri Squamati più diffusi in tutto il Faerun.

Essendo le statistiche relative ai più diffusi sottotipi di yuan-ti (i sanguepuro, i mezzosangue e gli abomini) già dettagliate all’interno del Manuale dei Mostri, questo capitolo si concentra maggiormente sulla storia di tale razza, sul suo contesto sociale, che prevede una suddivisione in sette grandi tribù, sulle divinità e sui rapporti che intercorrono sia con le altre razze di rettili che con gli Esseri non Squamati (Scaleless Ones).

Nelle ultime pagine del capitolo vengono presentati due esempi di personaggi yuan-ti.


Capitolo 2: Naga

Creature intelligenti e dotate di notevoli poteri magici, le naga sono temute, guardate con sospetto e talvolta persino riverite dagli Esseri Non Squamati, a prescindere dalla loro reale natura.
Le naga hanno generalmente un lungo corpo serpentino e una testa con fattezze umane.

Questo capitolo presenta inizialmente le principali sottorazze di naga, come le malvagie naga oscure o le sagge e buone naga guardiane (già descritte in maniera più approfondita nel Manuale dei Mostri).

In seguito, come nel capitolo sugli yuan-ti, viene presentata una panoramica sulla storia e la società delle naga per poi terminare con la descrizione di alcuni esempi di NPG (naga, ovviamente) utilizzabili nelle proprie avventure.


Capitolo 3: Lucertoloidi

Il terzo capitolo, uno dei più lunghi del manuale, è dedicato alle diverse razze conosciute di lucertoloidi.

Tra di esse è possibile citare gli asabi, astuti rettili umanoidi che vivono nei pressi del grande deserto dell'Anauroch già descritti nel compendio Mostri di Faerun, o i khaastas, potenti creature extraplanari, originarie dell'Abisso, le cui statistiche possono essere trovate su Abissi ed Inferi.

Come nei capitoli precedenti, questo si concentra maggiormente sulla società delle razze descritte piuttosto che sulle loro statistiche, già presenti in altri manuali o presentate in seguito nel capitolo dedicato ai mostri.



Capitolo 4: Popolo Nascosto (Hidden Folk)

Questo breve capitolo è dedicato al cosiddetto popolo nascosto (hidden folk), creature rettiloidi che vivono al di fuori delle comuni società dei serpentidi.

Tra di essi vi sono gli ophidian, esseri con il corpo da serpente e la parte superiore del corpo simile a quella dei lucertoloidi che spesso servono come schiavi nelle più potenti società di Esseri Squamati, o gli pteradi, imponenti lucertoloidi privi di coda nativi della penisola di Chult in grado di trasformarsi in piccoli pterodattili.


Capitolo 5: Sarrukh

Molte migliaia di anni fa, agli albori della storia, Faerun era dominata da cinque razze: gli aeree (o i draghi secondo altri storici), il popolo anfibio, il popolo silvano, gli umani ed i sarrukh.

A questi ultimi, progenitori delle attuali razze di serpenti e lucertoloidi, è dedicato questo capitolo. Un tempo essi possedevano potenti imperi che dominavano su tutta Faerun, ma col tempo la loro razza è decaduta e ormai solo pochi gruppi di sarrukh esistono ancora.


Capitolo 6: Mostri

In questo capitolo sono presentate le statistiche di numerosi rettili mostruosi.
Tra di essi vi sono, ad esempio, alcuni dinosauri non ancora apparsi su altri manuali, come gli stegosauri o gli pteranodonti, i potenti sarrukh e alcune razze minori di naga e di yuan-ti, le cui società sono state descritte nei capitoli precedenti.


Capitolo 7: Reami

Il più ampio di tutti i capitoli descrive alcuni dei più noti ed importanti regni dove serpenti e lucertoloidi vivono e dominano apertamente, senza bisogno di nascondersi nelle ombre e di tessere inganni.

Alcune di queste città sono abitate quasi esclusivamente da Essersi Squamati, mentre in altri casi la maggioranza della popolazione è costituita da umani, ed i pochi yuan-ti presenti costituiscono la classe dominante. E' questo il caso di Hlondeth, detta anche la città dei serpenti, situata sulla sponda settentrionale del golfo di Vilhon. Essa è abitata principalmente da umani ma governata da un ristretto numero di yuan-ti, con numerosi coboldi che servono come schiavi.
Nonostante la presenza dei serpenti la vita e il commercio non sono molto diversi da quelli delle città vicine, fornendo un’adeguata base per la nascita di diverse avventure.

Ben poco è rimasto dei fiorenti imperi sarrukh che un tempo dominavano Faerun e dei loro tesori. Talvolta tutto ciò che resta sono delle rovine, come nel caso dell'impero di Isstosseffifil, dove le rovine di quella che un tempo era la grande città di Oreme sono ora abitate soltanto da un gruppo di lich sarrukh e da alcuni asabi utilizzati come guardie.


Capitolo 8: Campagna Yuan-Ti

Benché sia possibile portare avanti una campagna dove tutti i PG siano di razza yuan-ti, è molto più frequente il caso di un classico gruppo di personaggi che debba vedersela con tali nemici.

Questo breve capitolo fornisce quindi ai DM alcuni consigli per usare al meglio PNG yuan-ti come principali avversari di una loro campagna.
In fondo al capitolo sono forniti anche un paio di esempi di PNG completi con relative statistiche.


Capitolo 9: Talenti

Il nono capitolo comprende in realtà soltanto quattro pagine, nelle quali sono proposti alcuni nuovi talenti, la maggior parte dei quali può essere scelta solo da Esseri Squamati o comunque da creature di tipo mostruoso.

Troviamo ad esempio Coda Prensile (Prehensile Tail), che permette ad una creatura di utilizzare la propria coda per afferrare oggetti o maneggiare armi o Pelle di Camaleonte (Chameleon Hide), grazie alla quale un Essere Squamato è in grado di mutare il colore della propria pelle per meglio mimetizzarsi con l'ambiente circostante.


Capitolo 10: Equipaggiamento

La maggior parte degli Esseri Squamati sono in grado di utilizzare il normale equipaggiamento degli umanoidi, ma spesso, nelle regioni abitate da serpentidi, è possibile trovare oggetti di loro creazione, oppure armature create dagli abitanti umani per meglio difendersi dai loro pericolosi vicini.

Non stupisce la grande quantità di veleni comunemente utilizzati da serpenti e lucertoloidi, ma non mancano neppure anelli, artefatti o armi magiche.
Alcune parole, infine, meritano di essere spese per gli Innesti Yuan-Ti (Yuan-Ti Grafts): infatti uno yuan-ti con il talento Innesti di Carne Yuan-Ti (Yuan-Ti Flesh Graft) è in grado di creare arti serpentini, come una coda o delle zanne e di innestarli nel corpo di un'altra creatura che, da quel momento, sarà in grado di nuotare più rapidamente grazie alla sua nuova coda o di avvelenare tramite il morso delle sue zanne.


Capitolo 11: Incantesimi

Un breve capitolo, nel quale sono proposti alcuni nuovi incantesimi utilizzabili esclusivamente da incantatori degli Esseri Squamati.


Capitolo 12: Classi di prestigio

Come consuetudine dei manuali sui Forgotten Realms, non poteva mancare un capitolo dedicato ad alcune (sei) nuove classi di prestigio.

Tra quelle tipicamente selezionabili dagli Esseri Squamati troviamo il gruppo di spie chiamato le Zanne di Sseth (Fang of Sseth) estremamente abili nell’infiltrarsi all’interno degli insediamenti umanoidi di tutta Faerun, mentre l'Uccisore di Serpenti (Serpent Slayer) può costituire la naturale evoluzione di un incantatore che ha deciso di dedicare la sua vita a lottare contro queste malvagie creature.

Infatti, avanzando come Uccisore di Serpenti tale incantatore diventa immune a tutti i tipi di veleno e acquisisce le capacità di individuare Esseri Squamati nascosti nelle sue vicinanze nonchè di portare a segno attacchi particolarmente efficaci contro di loro.



Capitolo 13: Avventure

Nel penultimo capitolo troviamo alcuni esempi di brevi avventure già pronte dove i protagonisti dovranno vedersela con alcuni Esseri Squamati.

Data l'elevata pericolosità di tali nemici, queste avventure non possono essere utilizzate per personaggi alle prime armi: tre di esse sono consigliate per un gruppo di 6°-7° livello mentre la quarta, La Tana delle Vipere (Adderpost), rappresenta una adeguata sfida per personaggi di 13° livello.


Appendice

Il manuale si conclude con una appendice di alcune pagine.
In essa troviamo una tabella delle ere storiche di Faerun, partendo dagli antichi imperi sarrukh fino alle attuali età degli uomini, un elenco delle principali divinità degli Esseri Squamati e un tabella di riepilogo dei tratti razziali dei diversi serpenti e lucertoloidi.

In conclusione non ritengo sicuramente Regni del Serpente un manuale necessario per giocare le proprie avventure nei Reami.
Non risulta indispensabile neppure per poter inserire uno yuan-ti o una naga nell’ambito degli incontri previsti per i PG, essendo le statistiche di queste creature già fornite sul Manuale dei Mostri o su Mostri di Faerun.

Il manuale è comunque ben fatto e dotato di un suo filo conduttore e potrebbe essere una scelta adatta per un DM già esperto che voglia ambientare una intera campagna nei territori degli Esseri Squamati o semplicemente approfondire la sua conoscenza di queste creature.

 

You have no rights to post comments

Pannello Utente

Chi c'è online

Il GDR di Zargo!

Prossimi eventi

 

Ultimi file da scaricare

Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

Immagini dalla galleria