Il 5°Clone



Degli Halfling delle Flanaess: Storia, Cultura e Nazione

Spettabile Iquander e Spettabile Sir Pluffet,
Sono profondamente colpito dalla buona accoglienza che i miei precedenti articoli hanno ricevuto, e ringrazio coloro che hanno trovato il tempo di leggerli. Sto pensando di continuare con articoli riguardo i giganti e gli umanoidi delle Flanaess, ma ovviamente dobbiamo fare una cosa alla volta.
Gli halfling delle Flanaess, conosciuti anche in Flan come hobniz, sono un popolo spesso dimenticato nella tumultuosa politica delle Flanaess. Come è risaputo, non esiste alcuno stato governato dagli halfling nelle Flanaess, perlomeno nessuno che appaia nelle cronache contemporanee. Perciò, la loro cultura è stata in una certa misura ignorata…

Usi e costumi sociali
Gli halfling delle Flanaess, caso unico tra i popoli ad eccezione di alcuni gruppi di Flan, sono matriarcali. Gli uomini sono responsabili di garantire che il raccolto sia fatto in tempo, la difesa contro altri popoli, l’acquisto di beni al mercato. Le donne halfling si occupano delle finanze, molte trattando con altre razze ed altre tribù halfling, dell’osservanza di feste e ricorrenze, ed in generale della vita sociale della tribù.
Gli halfling vivono in piccole capanne e rifugi comunicanti costruite per la loro taglia, spesso collegate in una vasta rete, con molteplici gettatoi e feritoie per la difesa. Gli halfling li rinforzano con muri di pietra e trappole nelle situazioni più pericolose, quando non vivono insieme ad umani od altre razze per reciproca protezione. Gli halfling sono sia ottimi cuochi che ottimi contadini, e quindi, in cambio della protezione da banditi e predoni, solitamente danno il surplus di cibo e acqua ad altra gente.
Gli halfling sono un popolo molto festoso, non interessati alle grandi tradizioni militari nello stile degli Oerdiani o dei nani, per esempio. La loro mancanza di aggressività naturale porta molta gente a considerarli come semplici zappaterra che trovano piacere in nulla più di una semplice fumata mentre siedono in una vecchi sedia di quercia nel patio, guardando il fiume che scorre.
Molti halfling sono effettivamente così, e sono naturalmente caritatevoli tra loro e verso le altre razze che si siano dimostrate vicini amichevoli, ritrovandosi continuamente per feste e raduni. La gente di tutte le principali razze delle Flanaess può trovarsi bene con gli halfling, e la gente dai piedi pelosi non è incline a essere critica verso gli estranei. Gli halfling tozzi ovviamente tendono a vivere più tra i nani e gli gnomi nelle colline e nelle montagne, i piedipelosi vivono tra gli umani, e gli alti si trovano più spesso in compagni di elfi.
L’altra faccia del carattere halfling, tuttavia, è di astuta ferocia quando le loro case sono minacciate. Sebbene la maggioranza degli halfling non sia incline ad essere loro stessi predoni, solitamente avranno un piano difensivo ben testato per occuparsi di banditi o incursioni goblin, e possono combattere ferocemente in difesa delle proprie case. La naturale furtività degli halfling significa che sono anche stati impiegati come scout dai loro alleati contro nemici comuni, come contro gli orchi di Iuz nella regione di Vesve, o negli altopiani del Hestmak e nella foresta Granlegno contro le incursioni del Aerdi.
Alcuni halfling, sebbene siano una minoranza, hanno una vena di cattiveria o semplice malevolenza che scorre in loro: essi possono essere dei piccoli sadici bulli, che godono nel caos che provocano. Altri halfling provano piacere nel rincorrere folli avventure, e sono questi che tendono ad intraprendere la vita dell’avventuriero, come ladri e borseggiatori naturali.
Un’ultima nota deve essere fatta, i canoni recenti han classificato gli halfling come esseri di allineamento neutrale. Nelle Flanaess, questo non è corretto, la maggioranza è inclinata ad un comportamento legale buono o neutrale buono.

Storia
La pacifica storia del popolo halfling è stata caratterizzata principalmente dalle loro relazioni con gli umani. Quando l’arcimago Tzunk giunse nelle Isole di Woe nel Nyr Dyv per minacciare gli stati circostanti, gli halfling dell’attuale Urnst furono avversari determinati. Per la maggior parte del tempo, gli halfling dell’odierna Urnst combatterono coraggiosamente, ma una stirpe di baronesse era propensa a portare la lotta in casa di Tzunk stesso, piuttosto che solo difendersi.
Questi halfling “incoraggiarono” tutti gli altri ad aiutarli, fino al punto di mandare bande a reclutare con la coercizione altri hobniz nelle proprie forze. Altri halfling fuggirono nelle regioni di Furyondy e Veluna, dove i brav’uomini Flan e halfling che già vivevano lì li accolsero gentilmente. Altri si diffusero a sud ed est, finendo coinvolti nelle battaglie tra la nazione Flan di Ahlissa e quella draconica Ur-Flan di quel che oggi è la Provincia Settentrionale.
Questi halfling si ritirarono nelle colline, non volendo morire nelle guerre degli umani. Altri si spostarono per unirsi con i Flan di Geoff, nella regione di Ulek, e alcuni giunsero perfino all’antico luogo di incontro Flan di Tenh, formando alleanze con i popoli indigeni.
In ogni caso, il popolo halfling preferì andare d’accordo con gli abitanti dei territori in cui si addentravano, piuttosto che entrarci in guerra. I precetti di unità praticati anche nei tempi moderni dal popolo di Geoff erano adatti agli halfling che vi giunsero, mentre i guerrieri selvaggi del moderno Perrenland accolsero gli halfling come una sottoclasse protetta. A quei pochi che giunsero a Tenh furono date posizioni al di fuori delle politiche tribali, permettendogli di tenere i propri concili. Gli halfling di Urnst formarono una alleanza coi Suel che colonizzarono la regione, e anche coloro che si spostarono nella valle del fiume Pawluck e nelle regioni limitrofe formarono deboli, ma separate, alleanze con gli umani, gli gnomi ed i nani che vi giunsero.
All’epoca della potenza del Grande Aerdy e della fase imperiale del Keoland, gli halfling o furono trattati bene (nel Geoff, alcune parti di Sterich e del Keoland originale, il viceregno di Ferrond, il ducato di Tenh, gli stati di Ulek) oppure soffrirono sotto umani e nani bigotti (nel resto di Sterich e Keoland, le Province Settentrionali, la Grande Marca, le province di Idee e Sunndi, e tra certi nani delle Lortmil). E così, gli halfling, che di solito non hanno grandi ambizioni politiche, furono felici di lavorare con i loro alleati umani nello sconfiggere l’oppressione del Aerdy.
Le politiche halfling sono solitamente incentrate sulle tribù locali ed hanno a che fare con questioni locali, solo nell’Urnst e nel Geoff hanno sempre avuto influenza rilevante sulla politica nazionale. In questo senso, senza grandi ambizioni politiche come quelle di mostrate da nani ed elfi, gli halfling non sono mai stati inclini a cercare di fondare uno stato di qualsiasi tipo. In questa maniera, la loro politica sin dall’Epoca della Grande Sofferenza e dei Problemi tra le Corone è stata una reazione alla politica umana o una parte di essa.

Singole popolazioni e regni halfling

  • Ahlissa: La maggioranza degli halfling, dopo la divisione del Grande Regno, si spostarono dalla Provincia Settentrionale ad Ahlissa. La maggior parte di loro lavora come servi nelle fattorie, in condizioni di poco migliori rispetto a quelle della maggioranza degli umani. L’Alto Re Xavener non è incline a respingere l’antico preconcetto verso i non umani delle leggi Aerdy, sebbene abbia fatto alcuni passi per essere sicuro che gli abusi contro i popolani siano diretti più verso le altre razze piuttosto che verso gli halfling.
  • Geoff: Gli halfling qui sono o erano buoni, generosi e amichevoli, vivendo in armonia con la natura e tutti i loro connazionali di Geoff, indipendentemente dalla razza. Gli halfling qui sono amichevoli, onesti e buoni, e differiscono poco da quanto descritto in precedenza.
  • Furyondy/Veluna/Highfolk: Come ci si può aspettare, gli halfling qui sono amichevoli, aperti, onesti e buoni. Accolgono gli stranieri come se fossero vecchi amici, l’ospitalità degli halfling di Highfolk, che si estende fino nel Furyondy occidentale e nella Veluna settentrionale, è famosa nelle Flanaess.
  • Grande marca: La storia di sottile discriminazione in questa nazione ha segnato la popolazione halfling, fino al punto in cui la maggior parte di loro tempo fa se ne andò verso Veluna, Ulek e il Keoland. Gli halfling rimasti soffrono per mano dei Cavalieri della Guardia più di quanto non soffra la gente comune, e l’influsso guerresco del paese non promette nulla di buono.
  • Keoland: Gli halfling sono una rispettata e vitale parte dell’economia, e come tali hanno beneficiato delle nuove riforme sociali attuate sin da quando re Kimbertos prese il trono. Non inclini ad essere coinvolti nella confusa politica, gli halfling preferiscono attenersi all’essere coinvolti solo in questioni locali.
  • Signoria delle Isole: Gli halfling che vivono in questo reame idilliaco hanno scarsi motivi per essere coinvolti nelle faide tra Duxchan e Baroni del Mare, preferendo lavorare nelle piantagioni insieme agli Olman e i Suel selvaggi portati dal Hepmonaland. Come ennesima classe di servi, gli halfling qui sono sorprendentemente contenti della propria sorte, alcuni addirittura si arricchiscono con il commercio di schiavi che è divenuto preponderante nelle Sette Isole sin dalla loro alleanza con la Fratellanza Scarlatta.
  • Nyrond: Gli halfling del Nyrond sono sempre stati, in qualche modo, servi. Hanno avuto poche possibilità di entrare in politica, e non sono inclini a essere altro che silenziosi e riservati, badando alle loro fattorie e mostrando poco interesse per i visitatori esterni. Il solo contatto importante che hanno con i loro sovrani sono le pattuglie che li difendono dai banditi, in particolare sin dalle Guerre.

Traduzione dell’articolo “On the Halflings of the Flanaess: History, Culture and Nation” pubblicato su Canonfire.
Autore: CruelSummerLord
Traduzione: Francesco woodclaw Castelli
Revisione: Roberto Darkskull Pecoraro

Pannello Utente



Chi c'è online

Il GDR di Zargo!

 

Ultimi file da scaricare

Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

Immagini dalla galleria