Il 5°Clone



[Mystara 3.5] Capitolo 1: Personaggi - Razze (v.0.5)

 

 

Razze di Mystara

 

Mystara è un mondo vasto e popolato da decine di razze, ognuna ulteriormente diversificata da disparate etnie, con storia, costumi, ed usanze diverse.

Le razze base di Dungeons & Dragons sono presenti anche nell’ambientazione di Mystara. Evitando di ripetere i tratti presenti nel Manuale del Giocatore questo volume si concentra su quei punti in cui le razze e le sottorazze di Mystara sono differenti da quelle di base.

Linguaggi: I linguaggi automatici e quelli bonus per tutte le razze vengono riportati accanto alle rispettive descrizioni dal momento che Mystara ospita numerosi linguaggi legati a specifici territori o etnie. La scelta della razza e della regione di un personaggio determina quali sono i suoi linguaggi automatici e bonus. La tabella 1-1:”Regioni dei personaggi” contiene le informazioni relative all’assegnazione dei linguaggi.

Regioni: La descrizione di ogni razza fornisce le regioni principali e gli insediamenti relativi a quella razza. I personaggi possono scegliere una di queste regioni come loro regione di provenienza.

 

Umani

Gli umani di Mystara sono una razza disparata composta da etnie diverse spesso in guerra tra loro. L’aggregazione culturale che si riscontra in molte altre razze umanoidi tra gli umani non esiste, avendo sviluppato usanze diverse di regione in regione ed essendosi diffusi per lo più su tutto il pianeta. La natura umana è estremamente caotica e inesplicabile, di difficile comprensione persino per gli umani stessi. La razza umana è tuttavia straordinaria proprio per la sua ecletticità e nei brevi anni di vita di cui dispongono gli uomini riescono a raggiungere obiettivi impensabili, spaziando da atti di estrema bontà e santità, a aberranti atti di crudeltà e perfidia.

La maggior parte degli umani del Granducato di Karameikos può essere suddivisa in due categorie: quelli di origine Traladariana e quelli di discendenza Thyatiana. Un’altra buona parte della popolazione umana è costituita dai sangue misto derivati dall’unione di queste due differenti etnie.

 

I Traladariani

I Traladariani sono discendenti delle antiche tribù Traldar narrate dalla leggenda. La loro statura non è molto elevata (l’altezza media di un uomo è di circa 1,70 mentre le donne sono sotto l’1,60) e di costituzione minuta. Il loro aspetto è generalmente pallido con gli occhi marroni e i capelli scuri (da castano a nero).

In generale sono estremamente superstiziosi se la superstizione può ancora essere chiamata in questo modo quando si basa su verità.

Credono molto negli amuleti, negli eventi soprannaturali e nelle arti divinatorie (lettura della mano, dei fondi del tè, delle interiora degli animali) oltre che negli eventi naturali che considerano segnali delle divinità. Fuori dalle città principali, la cultura non è molto diffusa. Nelle comunità rurali l’analfabetismo è la regola, ed in genere solo il chierico del villaggio è capace di leggere e scrivere.

Per lo più i traladariani non vedono di buon occhio i thyatiani. Li vedono come l’ultima di una serie di sventure che impedisce loro di tornare all’età d’oro. Dato che i primi thyatiani furono in maggioranza dei depredatori che rubavano terre ed averi, molti traladariani li considerano, in blocco, dei farabutti. Anche se la maggioranza della popolazione è traladariana, la lingua di corte del Granducato di Karameikos è il thyatiano. Essa è anche la lingua dei documenti ufficiali del commercio ed è, di fatto, la “lingua comune” di Karameikos. Molti dei traladariani al di sotto dei 30 anni parlano il thyatiano con un caratteristico accento che denota la loro origine traladariana.

 

I Thyatiani

La maggior parte dei nobili di Karameikos sono di origine thyatiana, ed anche una buona parte della popolazione è di origine thyatiana. I thyatiani tendono ad essere fisicamente più imponenti dei traladariani, gli uomini sono in media 1,80 e le donne 1,70.

I thyatiani si sono mescolati nel corso dei secoli con altre popolazioni per cui non esiste un thyatiano tipico; i capelli vanno dal biondo scuro al castano scuro, alcuni sono rossi di capelli (come il Duca); il colore degli occhi varia dal blu al marrone e nero. I thyatiani si abbronzano più dei traladariani che invece tendono a scottarsi al sole.

L’impero di Thyatis è grande e fiorente con potenti eserciti, forti relazioni diplomatiche con gli altri paesi, una ricca e variegata cultura come pochi paesi hanno.

Questo fa si che i thyatiani si sentano superiori ai traladariani Tra molti thyatiani è presente un sentimento di forte superiorità nei loro confronti dettato anche dalle, per loro, sciocche superstizioni e dalla diffusa ignoranza: un luogo comune è che chi parla il thyatiano con accento traladariano deve per forza essere uno stupido.

 

I mezzosangue

Negli ultimi 30 anni, da quando sono arrivati il Duca Stefano ed i suoi seguaci, sono nati parecchi bambini di discendenza mista Thyatiana e Traladariana. La maggior parte di questi sono figli di thyatiani immigrati nel ducato, che hanno combattuto nell’esercito del Duca e che poi hanno sposato donne del luogo. Sono invece rari i figli di donne thyatiane e uomini traladariani. Un mezzosangue è generalmente più alto di un traladariano, ha normalmente capelli scuri ed occhi azzurri o chiari. Ciò che prova nei confronti dei thyatiani e traladariani dipenderà dalla maniera in cui è stato allevato, ma in genere, i mezzosangue non riconoscono alcuna superiorità all’una o all’altra parte.

 

Regioni: Gli umani popolano la gran parte delle regioni di Mystara. Nel Granducato di Karameikos sono presenti due diverse etnie di umani i Traladariani e i Thyatiani, insieme ad una di sangue misto.

In questo atlante le regioni di provenienza disponibili per i personaggi umani sono Karameikos (identificazione culturale che comprende l’etnia Traladariana e i sangue misto del Karameikos) e Thyatis (regione legata all’etnia umana dell’Impero Thyatiano).

Capacità Razziali: I personaggi umani, indipendentemente dalla loro regione di appartenenza, possiedono tutti i tratti razziali umani elencati a pagina 13 del Manuale del Giocatore, tranne quanto segue: 

Linguaggi Automatici: Regione di provenienza

Linguaggi Bonus: Qualsiasi (eccetto i linguaggi segreti, come il Druidico).

 

Elfi

Gli elfi di Mystara sono esseri snelli ed aggraziati legati profondamente alla natura e con una naturale propensione alla magia. Le vite degli elfi, per quanto lunghe, sono spesso vissute totalmente all’interno dei loro clan.

I Callarii

La maggior parte degli elfi di Karameikos appartiene alla tribù dei Callarii, una tribù felice e operosa abile soprattutto nella navigazione dei fiumi, nel cavalcare ed allevare cavalli, nella caccia ed esperta delle foreste.

Gli elfi callarii sono sani e robusti con capelli chiarissimi (da biondi a bianchi) ed occhi azzurri. Si vestono di tuniche e vestiti di colore verde con ricami di foglie.

Gli elfi hanno un atteggiamento neutrale nei confronti degli umani in genere. Diventano grandi amici di quegli umani che si dimostrano onorevoli e gioviali e non cooperano con quegli umani che sono pretenziosi, disonorevoli o scortesi. Il Duca Stefano ha un’unità della sua guardia composta di elfi e ciò fa si che molti elfi siano a lui favorevoli.

 

I Vyalia

Gli elfi del clan Vyalia costituiscono una minoranza nei territori del Karameikos. Hanno una pelle bianca come il latte, capelli rossi ed occhi verdi molti profondi. Rispetto agli elfi Callarii tendono ad essere più isolazionisti vivendo nei profondi recessi della pericolosa Foresta di Dymrak nei pressi del Lago dei Sogni Perduti.

Regioni: Gli elfi sono prevalentemente presenti nel reame elfico di Wendar, ed in minor numero nei territori di Alphatia, nella Repubblica di Darokin, nelle Cinque Contee, nel Regno di Karameikos, nei Principati di Glantri, e nell’Impero di Thyatis.

 

Capacità Razziali: I personaggi elfi, indipendentemente dalla loro regione di appartenenza, possiedono tutti i tratti razziali elfici elencati a pagina 16 del Manuale del Giocatore, tranne quanto segue: 

Classe Preferita: Stregone.

Linguaggi Automatici: Elfico, Regione di provenienza.

Linguaggi Bonus: Draconico, Gnoll, Goblin, Lalor, Orchesco, Silvano.

 

Gnomi

Gnomi della Terra

Molti degli gnomi di Mystara preferiscono vivere sottoterra, e gran parte di loro abitano e lavorano a stretto contatto con i nani. Al contrario dei nani, tuttavia gli gnomi della terra sono un popolo versatile e curioso.

La più grande comunità di gnomi del Granducato di Karameikos, chiamata Altomonte, si trova sulle mon­tagne diverse miglia ad est della città di La Soglia. E’ una comunità isolata e numerosa composta da gnomi e da un clan di nani loro alleati. E’ quasi del tutto autosufficiente ma commercia proficuamente con gli umani del sud.

Gli gnomi sono ben disposti nei con­fronti del Duca; non condividono la bassa opinione che i thyatiani hanno dei trala­dariani ma apprezzano i miglioramenti che il Duca ha effettuato per favorire le comunicazioni ed il commercio nel paese.

 

Regioni: La maggior parte degli gnomi della terra vivono a Rockhome anche se una parte di loro si è insediata nei territori del Karameikos, nelle Northlands e nell’Hule.

 

Capacità Razziali: I personaggi gnomi della terra, indipendentemente dalla loro regione di appartenenza, possiedono tutti i tratti razziali gnomeschi elencati a pagina 16 del Manuale del Giocatore, tranne quanto segue:

 

Classe Preferita: Ladro.

Scurovisione: Gli gnomi della terra possono vedere nell’oscurità fino  18 metri. Sostituisce la visione crepuscolare degli gnomi.

Tiri Salvezza: Bonus razziale di +2 ai tiri salvezza contro tutti gli  incantesimi e gli effetti di terra e acido. Sostituisce il bonus razziale  +2 ai tiri salvezza contro illusione degli gnomi.

CD Incantesimi: Aggiungere +1 alla Classe di Difficoltà di tutti i tiri  salvezza contro gli incantesimi di trasmutazione lanciati dagli gnomi della terra. Sostituisce il bonus +1 alla CD contro incantesimi di illusione degli gnomi.

Capacità Magiche: 1 volta al giorno: parlare con gli animali (solo animali che vivono sottoterra, durata 1 minuto). Uno gnomo della terra con punteggio di Carisma di almeno 10 possiede inoltre le seguenti capacità magiche: 1 volta al giorno: aprire/chiudere, mano magica e riparare. 1° livello dell’incantatore; tiro salvezza CD 10 + modificatore di carisma dello gnomo + livello dell’incantesimo.

Linguaggi Automatici: Gnomesco, Regione di provenienza.

Linguaggi Bonus: Dengar, Draconico, Elfico, Gigante, Goblin e Orchesco.

 

Hin

Gli hin sono umanoidi di bassa statura dall’aspetto simile a quello di un bambino con le orecchie leggermente a punta. Gli hin sono un popolo pacifico profondamente legato agli agi della loro casa. Gli hin hanno un carattere aperto e possiedono uno spirito gioviale e spensierato. Alcune razze si fanno ingannare dal loro atteggiamento e dal loro aspetto pensando che la natura di un hin sia innocente, ingenua e fondamentalmente stupida o insignificante. Questa visione degli hin è totalmente falsa.

Gli hin del Ducato sono per lo più immigrati dalle Cinque Contee attirati dal commercio di Karameikos e vivono nel ducato lavorando come artigiani nelle comunità di umani. Vi sono molti artigiani, commercianti e tavernieri a Specula­rum, Kelvin e nelle comunità più piccole. Anche se non vi sono delle comunità composte solamente di hin a Kara­meikos, gli hin hanno una loro “cul­tura”, e molti frequentano taverne ed altri luoghi dove si trovano solamente gli hin. Quando gli hin devono sce­gliere tra thyatiani e traladariani, scelgo­no i secondi che considerano più roman­tici, espressivi ed amanti della vita rispet­to ai thyatiani che essi considerano freddi e meno simpatici.

 

Regioni: La maggior parte degli hin vive nelle Cinque Contee, ed in minor numero nella Repubblica di Darokin, nel Regno di Karameikos e nell’Impero di Thyatis.

 

Capacità Razziali: I personaggi hin, indipendentemente dalla loro regione di appartenenza, possiedono tutti i tratti razziali halfling elencati a pagina 20 del Manuale del Giocatore, tranne quanto segue:

 

Classe Preferita: Bardo.

Linguaggi Automatici: Regione di provenienza.

Linguaggi Bonus: Dengar, Elfico, Gnomesco, Goblin, Lalor, Orchesco.

 

Mezzelfi

Rapporti tra umani ed elfi danno alla luce solo molto raramente dei mezzosangue. I mezzelfi a Mystara sono estremamente rari e nascono da particolari condizioni spesso riscontrabili solo in determinate zone del mondo affette da particolari alterazioni magiche.

 

Regioni: I mezzelfi sono rari ovunque nel mondo e non hanno una loro patria, anche se le particolari condizioni di alcuni territori come il regno di Wendar e la Costa Selvaggia possono facilitare la nascita di uno di questi mezzosangue.

 

Capacità Razziali: I personaggi mezzelfi, indipendentemente dalla loro regione di appartenenza, possiedono tutti i tratti razziali mezzelfici  elencati a pagina 18 del Manuale del Giocatore.

 

Linguaggi Automatici: Elfico, Regione di provenienza.

Linguaggi Bonus: Qualsiasi (eccetto i linguaggi segreti, come il Druidico).

 

Mezzorchi

Nei territori selvaggi popolati dagli orchi i rapporti tra umani ed orchi, spesso non consensuali, possono generare dei mezzorchi. Anche se i mezzorchi a Mystara sono molto rari possono nascere da condizioni particolari riscontrabili in alcuni territori, come malattie, radiazioni o alterazioni magiche.

 

Regioni: I mezzorchi sono molto rari e anche se non hanno una loro patria natia si possono spesso trovare in territori dominati dagli orchi come le Terre Brulle o la Costa Selvaggia.

 

Capacità Razziali: I personaggi mezzorchi, indipendentemente dalla loro regione di appartenenza, possiedono tutti i tratti razziali mezzorcheschi elencati a pagina 19 del Manuale del Giocatore.

 

Linguaggi Automatici: Orchesco, Regione di provenienza.

Linguaggi Bonus: Draconico, Gigante, Gnoll, Goblin.

 

Nani

I nani di Mystara sono bassi e tarchiati con la carnagione color della terra. I nani sono famosi per la loro testardaggine, per la loro natura antimagica e per il loro amore per le attività artigianali, l’estrazione dei minerali e la buona birra. Anche se la cultura dei nani è estremamente isolazionista e legata all’appartenenza ai clan e alla famiglia, molti di loro trovano posto nella società umana superando le barriere di diversità e dimostrandosi, in fondo, molto più flessibili e tolleranti di quanto diano a vedere.

I nani che vivono nel Granducato di Karameikos sono membri del clan dei Fortefondo della comunità degli gnomi di Altomonte oppure sono emigranti spesso al servizio del Duca o di uno dei baroni. Quando devono esprime­re una preferenza tra thyatiani e traladariani i nani tendono a preferire la compa­gnia dei thyatiani che sono persone prati­che, e non quella dei più superstiziosi traladariani.

 

Regioni: La maggior parte dei nani vive a Rockhome, la loro patria sotterranea, ed in minor numero nelle Terre del Nord, nelle Cinque Contee, nella Repubblica di Darokin, nel Regno di Karameikos e nell’Impero di Thyatis.

 

Capacità Razziali: I personaggi nani, indipendentemente dalla loro regione di appartenenza, possiedono tutti i tratti razziali nanici elencati a pagina 14 del Manuale del Giocatore, tranne quanto segue:

 

Linguaggi Automatici: Dengar, Regione di provenienza.

Linguaggi Bonus: Draconico, Gigante, Gnomesco, Goblin, Orchesco.

 

 

Pannello Utente

Chi c'è online

    Il GDR di Zargo!

    Prossimi eventi

     

    Ultimi file da scaricare

    Creata sulla base delle liste by Darken&Erestor, ringrazio Necrid per avermi permesso di util...

    Immagini dalla galleria